Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cosa è successo?

L'Oms vuole riaprire le indagini sulle origini della pandemia

Un nuovo team composto da 20 scienziati è chiamato a cercare e valutare nuove prove sull’origine del virus

L'Organizzazione mondiale della sanità intende riaprire le proprie indagini relative all'origine della pandemia di Covid-19, affidandole a un nuovo team composto da 20 scienziati. Lo rivela il Wall Street Journal. Del nuovo gruppo di indagini faranno parte specialisti della sicurezza in laboratorio e biosicurezza, genetisti ed esperti di malattie degli animali. Dovranno cercare e valutare nuove prove ed evidenze scientifiche (in Cina ma anche altrove) e non c'è molto tempo per farlo, avvertono i funzionari dell'agenzia.

La prima indagine effettuata dall'Oms in Cina lo scorso anno, ricorda il WSJ, non ha ottenuto dalle autorità locali dati e informazioni sufficienti a rispondere ai quesiti fondamentali riguardo l'origine del virus. La Cina ha negato con forza l'ipotesi che il virus abbia avuto origine in un suo laboratorio, mentre Stati Uniti e Ue hanno chiesto da tempo nuove indagini

Il neoistituito "Gruppo di consulenza scientifica sulle origini dei nuovi patogeni" potrebbe esprimere un giudizio definitivo in merito alla provenienza di Covid-19.

Fonte: Wall Street Journal →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Oms vuole riaprire le indagini sulle origini della pandemia

Today è in caricamento