rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Crudeltà

Cosa succede quando un'orca in cattività resta sola: "Una crudeltà che deve finire"

L'orca in difficoltà è stata filmata dall'attivista e informatore Phil Demers

La disperazione di un'orca detenuta in un parco marino canadese, è tale che arriva all’autolesionismo. E’ sopravvissuta a tutti i suoi compagni, compresi i figli e la cattività, che di per sé è una forma di violenza sull’animale, diventa insopportabile, al punto da portare l’animale a sbattere ripetutamente e violentemente la testa contro le pareti di vetro della piccola vasca dove vive sola. Kiska, questo il nome dell’orca, non è più nemmeno utile perché è vecchia e così non prende neanche più parte agli spettacoli acquatici. Così alterna periodi in cui si fa del male a periodi in cui gira nella vasca o resta immobile, come un pesce rosso abbandonato a se stesso.

L'orca in difficoltà è stata filmata dall'attivista e informatore Phil Demers, che ha filmato la mamma, soprannominata "la balena più sola del mondo" dal Whale Sanctuary, e poi l'ha condivisa sui social media. Il filmato è stato caricato con la didascalia: "Questo video è stato girato il 4 settembre 2021. Gli attivisti anti-cattività sono entrati in MarineLand e hanno osservato Kiska, la loro ultima orca sopravvissuta che sbatteva la testa contro il muro. Per favore guarda e condividi. Questa crudeltà deve finire. #FreeKiska”.

Fonte: Mirror →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa succede quando un'orca in cattività resta sola: "Una crudeltà che deve finire"

Today è in caricamento