Giovedì, 22 Aprile 2021

L'orso si arrampica sul balcone di casa: grosso spavento per gli inquilini

Succede a Calliano, in provincia di Trento. La notizia in pochi minuti ha fatto il giro del paese, sul posto anche il sindaco: il video

L'orso si è arrampicato sul balcone, prima di darsi alla fuga. Succede a Calliano, in provincia di Trento. Spavento per gli inquilini del palazzo. La notizia in pochi minuti ha fatto il giro del paese, in pochi minuti sul posto è accorso anche il sindaco, Lorenzo Conci, che ha pubblicato un video su Facebook. Quando il primo cittadino, dopo aver chiamato Vigili del Fuoco e Carabinieri, è arrivato in zona l'orso stava scendendo dal parapetto di un balcone. Conci ha fatto giusto in tempo a chiudere lo sportello dell'auto e se l'è visto passare a fianco, a distanza di un metro. 

Alcuni inquilini si sono ritrovati l'orso alla finestra. In base a una prima ricostruzione l'orso si sarebbe arrampicato fino al balcone al primo piano ed avrebbe anche rotto un vetro. Le grida dei residenti lo hanno messo in fuga. Il video che testimonia l'incursione notturna dell'animale, in un paese dove mai a memoria d'uomo s'era visto un orso, sta facendo il giro del web.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video da TrentoToday

La guardia forestale provinciale ha svolto un sopralluogo. L'orso sarebbe un "cucciolone" (questo il termine usato per indicare i giovani orsi non ancora adulti) di circa due anni. A rendere molto particolare, storico, questo avvistamento è il fatto che in Trentino Orientale, ufficialmente, non ci sono orsi. Tutti gli orsi del Trentino abitano nella parte occidentale della regione, e a tenerli confinati in quell'area è la Valle dell'Adige, l'area di gran lunga più popolata, con le sue due barriere: una naturale, il fiume Adige, e l'altra artificiale, l'autostrada A22.

Visto lo scarso traffico di questi giorni causa emergenza coronavirus, l'autostrada deserta non costituisce più un ostacolo per l'orso. Forse l'esemplare è arrivato a Calliano attraverso il ponte di Nomi, che oltrepassa il fiume e l'autostrada. Poi - racconta TrentoToday - l'orso è stato visto dileguarsi nei boschi sopra al paese.

Fonte: TrentoToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'orso si arrampica sul balcone di casa: grosso spavento per gli inquilini

Today è in caricamento