Lunedì, 21 Giugno 2021

La storia di Oscar: finge un malore per non festeggiare il compleanno da solo

L'anziano è arrivato all'ospedale di Buenos Aires lamentando un forte mal di testa: ma la sua era soltanto una scusa per non passare in solitudine il giorno del suo 84esimo compleanno

La festa di compleanno per nonno Oscar

Un uomo solo, , senza figli e parenti, non voleva festeggiare il suo 84esimo compleanno in solitudine, così ha ideato un piano. La sera prima si è recato al pronto soccorso dell'ospedale di Buenos Aires, lamentando una fortissima cefalea, poi rivelatasi una 'bugia' a fin di bene. A scoprire il segreto di Oscar è stata l'infermiera Gisel Rach che, dopo aver saputo il vero motivo che si celava dietro il mal di testa dell'anziano, ha organizzato insieme alle colleghe una festicciola di compleanno, con tanto di torta, candeline e palloncini fatti con i guanti monouso. 

La vicenda di Oscar, raccontata su Facebook dall'infermiera, ha commosso prima l'Argentina e poi il resto del mondo, con il posto che è arrivato a quasi 100mila condivisioni sul social network. L'anziano è arrivato al punti di inventarsi una malattia pur di non passare da solo il giorno del suo compleanno.

"Quest'uomo   si è recato alla guardia medica per una "cefalea", e la scrivo tra virgolette perché sapete qual era la sua vera malattia? Oggi compie 84 anni e non voleva stare da solo": ha scritto Gisel Rach in un lungo post su Facebook. “E' proprio quello che avete letto – continua il messaggio dell'infermiera -  Scommetto che vi si è stretto il cuore come è successo a me e a miei colleghi. La faccia di quest'uomo e i suoi occhi pieni di lacrime di gioia per una cosa così semplice non li dimenticherò mai più. Uno dei desideri lo ha usato per chiedere che il prossimo anno gli accada la stessa cosa". Una storia che insegna ad apprezzare le persone che ci sono vicine e che ci vogliono bene, una fortuna che non tutti hanno. 

Fonte: Facebook →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di Oscar: finge un malore per non festeggiare il compleanno da solo

Today è in caricamento