rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024

Pacemaker a rischio hacker: l'allarme della McAfee

I dispositivi medici che funzionano in wireless sono vulnerabili ad attacchi di hacker

La McAfee, azienda leader degli antivirus informatici, lancia l'allarme: i pacemaker impiantati nei pazienti che hanno subito un infarto sono a rischio hacker.

Intervistato dalla BBC, Barnaby Jack, ricercatore della società, dichiara che gli strumenti medici che hanno un collegamento wireless, come defibrillatori, pacemaker e pompe per il rilascio automatico per l'insulina, possono essere "spenti" o "indotti ad agire in maniera scorretta" da male intenzionati.

"Siamo stati in grado", dichiara Barnaby Jack parlando dei testi di sicurezza effettuati, "di influenzare il comportamento di pompe per il rilascio dell'insulina che si trovavano fino a 90 metri da noi".

In uno studio simile il professore Kevin Fu, dell'Università del Massachusetts, ha "catturato" il segnale che controlla il funzionamento dei defibrillatori.


Fino ad ora non sono stati segnalati casi effettivi di hackeraggio di questi dispositivi, ma l'attenzione delle autorità mediche è alta, e i pazienti hanno iniziato a preoccuparsi dal momento nel quale questa notizia è stata diffusa sui media

Fonte: BBC News →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pacemaker a rischio hacker: l'allarme della McAfee

Today è in caricamento