Giovedì, 4 Marzo 2021

Il papà che balla nel parcheggio dell'ospedale per il figlio con la leucemia che lo guarda dalla finestra

A causa delle restrizioni per il Covid-19 nessuno può accompagnare i pazienti durante i trattamenti. Per non lasciare solo il suo Aiden, questo padre americano ha trovato il modo di farlo sorridere e fargli sentire la sua vicinanza

Un papà americano ha trovato un modo singolare e commovente per stare vicino al figlio di 14 anni durante la chemioterapia, per strappargli un sorriso e dargli la forza di affrontare i trattamenti.

Il giovane Aiden Yeilding è stato ricoverato all’inizio della pandemia a causa di una leucemia linfocitica acuta presso il Cook Children’s Medical Center di Fort Worth, in Texas. Per evitare il rischio contagio, la direzione dell’ospedale ha stabilito che i genitori dei piccoli pazienti non possono più accompagnarli all’interno della struttura e stare con loro durante la chemioterapia.  L’unica che può stare con Aiden è sua madre Lori, che lavora in quella stessa struttura, mentre Chuck deve rimanere fuori. 

Le restrizioni imposte dall'ospedale si sono rese neccessarie per la sicurezza di tutti, sopratutto dei bambini immunidepressi che frequentano l'ospedale, ma al tempo stesso molto dolorosa. Per Chuck non poter essere vicino al figlio durante i trattamenti è stata dura, sentendosi impotente. L’unico modo per superare questo momento per lui è stato trovare un modo di essere “presente” anche a distanza. 

Il papà che balla per il figlio durante la chemi: "Tutto pur di tirargli sul il morale"

Ogni settimana, Chuck accompagna il figlio in ospedale e mentre il ragazzo viene portato all’interno, lui rimane nel parcheggio, aspettando che il figlio arrivi nella sua stanza e guardi fuori dalla finestra: a quel punto inizia a ballare in mezzo alla strada, davanti a tutti, improvvisando movimenti e gesti. Dalla sua stanza, Aiden parla al telefono con il padre, insieme ridono e scherzano e anche il ragazzo si mette a ballare come Chuck.

“Qualsiasi cosa pur di tirargli su il morale e fargli sentire che non è solo. Noi siamo con lui”, ha raccontato Chuck alla rete KTVT. “È divertente guardarlo e immaginare che cosa fare. Mi tira su il morale”, ha detto il ragazzo. “La famiglia è tutto, stare insieme è tutto. Ma anche quando non si può stare insieme come una famiglia, il modo di farlo ugualmente si trova”, ha spiegato mamma Lori. II genitori di Aiden hanno creato un gruppo Facebook chiamato “ALL in for Aiden”, attraverso il quale stanno documentando giorno per giorno come Aiden sta affrontando con coraggio e determinazione la sua malattia. 

Il video del papà che ogni settimana balla per far sorridere il figlio durante la chemioterapia

Fonte: People →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il papà che balla nel parcheggio dell'ospedale per il figlio con la leucemia che lo guarda dalla finestra

Today è in caricamento