Lunedì, 27 Settembre 2021

Papa Francesco intervistato dai ragazzi di una bidonville: "La realtà si vede meglio dalla periferia"

Bergoglio ha rilasciato un'intervista esclusiva al giornale di quartiere di una baraccopoli di Buenos Aires

Niente testate blasonate, niente firme conosciute. Papa Francesco ha voluto essere intervistato da "La Càrcova News", giornale di quartiere messo su da una baraccopoli di Buenos Aires.

L'intervista esclusiva al pontefice campeggia in bella vista sulla prima pagina del giornale, nato da poco in una Villa Miseria della Gran Buenos Aires, pubblicata dai ragazzi della Càrcova, una bidonville del dipartimento di Leòn Suarez nata mezzo secolo fa vicino a una stazione ferroviaria e in cui svolge attività pastorale Josè Maria "Pepe" Di Paola, figlio spirituale di papa Bergoglio, come spiega Vatican Insider, che riporta anche ampi stralci dell'intervista.

Oltre seicento ragazzi hanno stilato un elenco di domande, che sono poi state riportate al papa da padre Pepe Di Paola. Bergolio ha parlato di fede, vita, narcotraffico e politica. 

La genesi e la realizzazione “anomale” garantiscono all’intervista un andamento inimitabile e sorprendente. Non ci sono i soliti quesiti sulle unioni civili e le donne da mettere nei dicasteri vaticani. La Curia è lontana, insieme ai tormentoni sulla sua “riforma” e alle beghe sullo Ior. Nelle domande affiora la vita reale dei ragazzi e delle ragazze delle Villas, le loro paure, la voglia di vivere e essere felici che palpita nelle loro storie di marginalità urbana. «La realtà» ripete Papa Bergoglio anche a loro «si vede meglio dalla periferia che dal centro», perché se «usciamo dal centro e ci allontaniamo da esso scopriamo più cose». Così, stavolta più che mai, le risposte di Papa Bergoglio sono forti e vanno dritte al bersaglio. Con poche sottigliezze.

Fonte: Vatican Insider →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco intervistato dai ragazzi di una bidonville: "La realtà si vede meglio dalla periferia"

Today è in caricamento