Sabato, 19 Giugno 2021

Il Papa e quell'incontro segreto "anti-gay"

L'emittente tv americana Nbc parla dell'appuntamento a sorpresa tra il Pontefice e Kim Devis, una funzionaria statale finita in prigione per il suo "no" ai matrimoni omosessuali

Nel suo recente viaggio negli Stati Uniti, Papa Francesco avrebbe avuto un incontro con la funzionaria municipale del Kentucky finita anche in prigione per essersi rifiutata di celebrare unioni omosessuali, nel nome della sua fede cristiana. A sostenerlo sono gli avvocati della stessa impiegata, Kim Davis, secondo i quali il Pontefice l'ha esortata a "tenere duro".

Il faccia a faccia clandestino, riporta l'emittente tv Nbc, sarebbe avvenuto nella sede diplomatica del Vaticano a Washington, giovedì scorso, il giorno del discorso del Papa al Congresso. In una dichiarazione, il collegio legale che rappresenta la funzionaria al centro di una tempesta mediatica per il suo 'no' ai matrimoni gay, racconta dell'incontro: all'appuntamento a sorpresa era presente anche il marito Joe e il Papa avrebbe donato alla donna due rosari da regalare ai familiari, che sono cattolici (mentre lei è cristiana apostolica).

Davis si definisce "onorata" e afferma di non avere mai sperato davvero in un'udienza privata. I legali promettono da parte loro di diffondere una foto dell'incontro. Per il suo rifiuto di celebrare unioni omosessuali, Davis ha trascorso cinque giorni in prigione, poi un giudice le ha permesso di tornare al lavoro, ammonendola di "non interferire" con i certificati di matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Fonte: NBC News →

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Papa e quell'incontro segreto "anti-gay"

Today è in caricamento