Giovedì, 17 Giugno 2021

Papa Francesco ci scherza su: "Io comunista? Se volete vi recito il Credo"

Nel volo da Cuba agli Usa, Jorge Mario Bergoglio ha incontrato i giornalisti presenti sull'aereo per mezz'ora, rispondendo ad alcune domande, a partire dalle inquietudini di alcuni ambienti cattolici statunitensi circa le sue posizioni

Se sono cattolico? "Se è necessario posso recitare il Credo...". Papa Francesco risponde con l'ironia a chi, come Newsweek, si è domandato, alla vigilia del suo viaggio negli Stati Uniti, se "il Papa è cattolico". Nel volo da Cuba agli Usa, Jorge Mario Bergoglio ha incontrato i giornalisti presenti sull'aereo per mezz'ora, rispondendo ad alcune domande, a partire dalle inquietudini di alcuni ambienti cattolici statunitensi circa le sue posizioni, l'accusa di essere "comunista" se non "antipapa", l'incontro con Fidel Castro e le sue posizioni radicali su questioni come il capitalismo e l'ecologia: "Tutto ciò che ho detto in tema economico è nella dottrina della Chiesa".

Accolto al Andrews Air Force Base di Washington dal presidente Usa Barack Obama, accompagnato dalla first lady Michelle e dalle figlie Sasha e Malia, il Papa ha poi proseguito la strada per la nunziatura apostolica, dove pernotta, a bordo di una Fiat 500. Sull'embargo degli Stati Uniti a Cuba, tema che ha spiegato che non affronterà nel discorso al Congresso, ha detto, a quanto riportato dalle testate a bordo dell'aereo: "Spero che si arrivi a un accordo che soddisfi le due parti".

Quanto ai dissidenti che non ha incontrato a Cuba, "dalla nunziatura - ha spiegato - sono state fatte delle telefonate ad alcune persone che sono in questo gruppo di dissidenti, per dire loro che al momento del mio arrivo alla cattedrale, con piacere le avrei salutate. Nessuno però si è identificato come dissidente nel saluto, non lo so se c'erano o non c'erano, ho salutato tutti quelli che erano lì". Il Papa ha spiegato di non avere notizia degli arresti dei dissidenti a Cuba mentre egli era sull'isola ed ha sottolineato che la Chiesa e continuerà a chiedere indulti per i prigionieri. Con Fidel Castro, ha spiegato, non hanno passato del passato se non per quanto riguarda i professori gesuiti del lider maximo, ed hanno invece parlato dell'emergenza ambientale.

"Un amico cardinale - ha raccontato - mi ha raccontato che è andata da lui una signora, molto preoccupata, molto cattolica, un po' rigida, ma buona. E gli ha chiesto se era vero che nella Bibbia che si parlava di un Anticristo. Lui ha spiegato che se ne parla nell'Apocalisse. Poi la signora ha chiesto se si parlava di un antipapa. E lui le ha domandato: perché me lo chiede? Ha risposto: 'Io sono sicura che Francesco è l'antipapa'. E perché? 'Perché non usa le scarpe rosse', è stata la risposta. Sull'essere comunista o non comunista: io sono certo di non aver detto una cosa in più rispetto a ciò che c'è nella dottrina sociale della Chiesa" In questo senso, "forse qualcosa ha dato un'impressione un po' più 'sinistrina', ma sarebbe un errore di interpretazione". La sua dottrina su questo "è nell'insegnamento sociale della Chiesa". E "se è necessario che io reciti il Credo, sono disposto a farlo...".

Fonte: Lifesite →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco ci scherza su: "Io comunista? Se volete vi recito il Credo"

Today è in caricamento