Mercoledì, 21 Aprile 2021

A 61 anni partorisce una bimba per il figlio gay e il marito di lui

“È stato un dono, da una madre a suo figlio”, ha detto la donna all’agenzia Reuters

In Nebraska, negli Stati Uniti, una donna di 61 anni ha messo al mondo una bambina concepita in vitro per conto del figlio gay, sposato un uomo. “È stato un dono, da una madre a suo figlio”, ha detto all’agenzia Reuters Cecile Eledge, la 61enne protagonista di questa storia.

La piccola Uma Louise Dougherty è nata due settimane fa in un ospedale di Omaha e la notizia della sua nascita ha creato molto scalpore. La famiglia ha ricevuto decine e decine di messaggi per lo più positivi e di congratulazioni, ma anche molti altri decisamente aggressivi e dichiaratamente omofobi, ricorda Reuters. E non è mancato anche chi ha erroneamente insinuato che la bambina fosse nata da un rapporto sessuale tra madre e figlio. 

Matthew Eledge, il figlio di Cecile, ha perso il lavoro dopo essere stato licenziato dalla scuola cattolica in cui insegnava in seguito all’annuncio del suo matrimonio con Elliot Dougherty. Temendo di non poter ricorrere all’adozione in uno stato conservatore come il Nebraska, la coppia ha deciso per la fecondazione in vitro, con ovuli da un donatore e una madre surrogata. La sorella di Elliot, Lea Yribe, si è offerta quindi di donare un ovulo per la fecondazione in vitro con lo sperma del cognato Matthew, e Cecile Eledge ha deciso di portare avanti la gravidanza, dopo che i medici hanno accertato il suo stato di salute.

Fonte: Reuters →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 61 anni partorisce una bimba per il figlio gay e il marito di lui

Today è in caricamento