rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021

Passera all'attacco: "Le larghe intese hanno fallito, un disastro"

L'ex ministro dello Sviluppo economico del governo Monti intervistato da Quotidiano Nazionale

ROMA - "Molti problemi si accumulano da trent'anni ma l'ultimo decennio è stato proprio disastroso. Le larghe intese e il governo tecnico sono state poi occasioni sprecate. La legge elettorale ha fatto il resto, selezionando al ribasso: Berlusconi, Renzi e Grillo non mi sembrano peraltro cosi' ansiosi di cambiarla".

Corrado Passera, ex ministro dello Sviluppo economico del governo Monti, in un'intervista a Quotidiano Nazionale si dice pronto a tornare in campo con un 'Programma per l'Italia'. "Prima che di un partito l'Italia ha bisogno di un progetto per il Paese. Questo purtroppo oggi manca e non solo ai partiti di centro", dice Passera.

"L'Italia è bloccata. La disoccupazione aumenta drammaticamente, 10 milioni di persone hanno problemi di lavoro e, con le loro famiglie, paura del futuro. Non credo in timide evoluzioni dell'esistente per cambiare senso di marcia. Il mio progetto parte dalle emergenze delle persone: lavoro, crescita, tenuta sociale".

"Possiamo salvare l'Italia solo con cambiamenti radicali. Anche per questo non sono entrato in Scelta Civica. Bisogna mettere in campo non solo scelte innovative, ma anche centinaia di miliardi per rivoluzionare il nostro Paese, non qualche miliardo come fa la legge di stabilità", sottolinea Passera. "Non tutto ovviamente puo' venire dallo Stato: bisogna mobilitare capitali privati, italiani e internazionali, il credito, le imprese", prosegue l'ex ministro. "Inoltre lo spazio di risparmio nel pubblico è ancora enorme, come pure per valorizzarne l'immenso patrimonio".

Fonte: Quotidiano Nazionale →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passera all'attacco: "Le larghe intese hanno fallito, un disastro"

Today è in caricamento