rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023

'Ndrangheta, il Pd candida il nipote del boss: "Ora deve chiarire"

A Corbetta, in provincia di Milano, il Pd candida il nipote di un boss della 'ndrangheta. Gianni Girelli:"Grave errore". Il candidato sindaco e segretario del Pd locale: "Solo fango"

A Corbetta, in provincia di Milano, il Pd candida il nipote di un boss della 'ndrangheta.

Nel paese di 18mila abitanti "spulciando" nelle liste dei candidati dem alle comunali c'è il nome di Alberto Lovati, 28 anni.

Il giovane, come racconta il Fatto Quotidiano, dapprima nega la parentela con Vincenzo Evolo, poi di fronte all'evidenza nega invece di essere a conoscenza della condanna in primo e secondo grado per associazione a delinquere di stampo mafioso ed estorsione.

Il boss, condannato in primo e secondo grado a 14 anni e 8 mesi di carcere, è attualmente detenuto a Opera.

In casa Pd si lavora per convincere Lovati a ritirare la propria candidatura. Gianni Girelli, presidente Pd della Commissione antimafia in Regione Lombardia, spiega: "Grave errore candidarlo: esiste una questione di opportunità, che ogni tanto qualcuno nel mio partito dimentica. Adesso, come minimo, chiarisca cosa pensa di suo zio e, più in generale, delle infiltrazioni mafiose". 

La pensa diversamente il candidato sindaco e segretario cittadino del Pd, Fulvio Rondena: "Ci aspettavamo il fango, ma mai avremmo pensato a una simile bassezza". Il Fatto Quotidiano continua:

Più che di fango, si tratta di domande, a cui il partito di Matteo Renzi per ora non risponde. La prima: perché il candidato nipote del boss ha mentito sulla sua parentela? La seconda: perché non prende le distanze dallo zio? La terza: com’è finito nelle liste Pd un ex simpatizzante Pdl che nel 2010 faceva campagna elettorale per l’allora assessore regionale Domenico Zambetti, poi arrestato assieme allo zio per voto di scambio politico-mafioso?

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta, il Pd candida il nipote del boss: "Ora deve chiarire"

Today è in caricamento