rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024

Niente tasse, mare e prezzi ridicoli: "Il paradiso è a due ore dall'Italia"

Migliaia di pensionati si trasferiscono in Portogallo. Basta vivere 183 giorni l’anno nel paese per assumere lo status di "residente non abituale" e il gioco è fatto: per dieci anni la pensione è esentasse

Libero racconta del "paradiso a due ore dall'Italia": consigli molto pratici per gli italiani che cercano un nuovo posto in cui vivere. Zero tasse, mare e prezzi ridicoli. Dove? In Portogallo.

Nell'ultimo decennio il Paese lusitano ha attirato migliaia di pensionati europei, con una ricetta semplice ed efficace. Basta vivere 183 giorni l’anno nel paese per assumere lo status di "residente non abituale" e il gioco è fatto: per dieci anni la pensione è esentasse. 

E' una strategia win-win: ci guadagnano tutti. Sorride il Portogallo, perché i 50mila pensionati portano circa due miliardi di Pil all'anno, secondo un recente studio. E sorride anche il pensionato che si trova a vivere in un paese in cui i loro soldi valgono di più.

Non c’è da meravigliarsi: grazie alle agevolazioni la pensione può crescere del tutto legalmente del 30%. L’Inps accredita l’importo lordo, come previsto dagli accordi bilaterali. E l’erario locale non effettua alcun prelievo.

Marcello Menichetti della Camera di Commercio Italia-Portogallo conferma che sempre più italiani si dicono interessati e prendono informazioni: "Attualmente riceviamo 20-30 richieste di chiarimenti al mese", rivela.

"Io sono rinata - racconta a Libero Luisa Gaiazzi, 63enne ex impiegata - . A Roma con i miei 840 euro al mese faticavo a far quadrare i conti. In Portogallo, a parte la lingua su cui fatico un po’, mi sento una signora".

Fonte: Libero →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente tasse, mare e prezzi ridicoli: "Il paradiso è a due ore dall'Italia"

Today è in caricamento