Giovedì, 4 Marzo 2021

Va in pensione il donatore record: ha salvato 2,4 milioni di bambini

I particolari anticorpi contenuti nel sangue di James Harrison sono serviti per produrre un farmaco salva-vita

James Harrison

In Australia era conosciuto come "The Man With the Golden Arm", l'uomo dal braccio d'oro, ma il suo vero nome James Harrison e a 81 anni è andato in pensione. Perché questo soprannome altisonante? Per 60 anni quest'uomo ha donato il sangue, contribuendo a salvare, secondo l'Australian Red Cross Blood Service, oltre 2,4 milioni di bambini. Proprio per questo motivo James viene considerato un eroe in patria: il suo sangue contiene infatti dei particolari anticorpi, utilizzati per sviluppare un'iniezione chiamata Anti-D, un farmaco salva-vita, che aiuta a combattere una condizione in cui il sangue di una donna incinta del gruppo sanguigno Rh- inizia ad attaccare le cellule del suo bambino di gruppo Rh+. Questa condizione, nei casi più gravi, può provocare danni cerebrali o addirittura la morte dei piccoli. 

Come racconta la Cnn, la carriera di donatore di James Harrison iniziò quando aveva 14 anni e venne salvato durante un intervento al torace proprio grazie alle donazioni di sangue. Così decise di voler restituire al mondo il favore, impegnandosi nel diventare a sua volta un donatore. Soltanto alcuni anni dopo i medici scoprirono che il suo sangue conteneva un anticorpo che poteva essere usato per creare iniezioni Anti-D, così è passato a fare donazioni di plasma sanguigno per aiutare quante più persone possibili. I medici non hanno mai scoperto a cosa fosse dovuta la rarità del sangue di James, l'unica spiegazione ipotizzata porta alle vari trasfusioni subite durante la sua vita. Nulla di certo, per una particolarità che in Australia è comune soltanto a 50 persone. 

Fonte: Cnn →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in pensione il donatore record: ha salvato 2,4 milioni di bambini

Today è in caricamento