rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022

Il Pentagono sospende tutti i voli del caccia "della discordia" F35

Soltanto ieri il ministro italiano della Difesa Gianpaolo Di Paola aveva confermato che l'Italia non ridurrà gli acquisti dei caccia americani F-35

Il Pentagono ha sospeso tutti i voli eseguiti con cacciabombardieri F-35 prodotti da Lockheed Martin e in cui Alenia Aermacchi "partecipa", come si legge sul sito della società controllata da Finmeccanica, "allo sviluppo e ne sarà secondo fornitore dei cassoni alari". La decisione è stata presa dopo che un controllo di routine ha rivelato una frattura in una delle pale delle turbine presenti nel motore di un velivolo testato nella base Edwards Air Force in California. Lo scrive Bloomberg.

Fino a quando non sarà conclusa un'indagine, non si può definire l'impatto di tale scoperta sull'intera flotta di F-35, di cui l'Italia intende acquistare 90 esemplari. Si tratta, fa sapere il Pentagono, di una "misura precauzionale".

Il dipartimento della Difesa, Lockheed Martin e Pratt & Whitney, la divisione di United Technologies che produce i motori incriminati, stanno collaborando per fare chiarezza sulla questione.

Soltanto ieri il ministro italiano della Difesa Gianpaolo Di Paola aveva confermato che l'Italia non ridurrà gli acquisti dei caccia americani F-35, visto che il governo "ha già fatto una riduzione molto importante", da 131 esemplari a 90, tanto quanto una manovra finanziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pentagono sospende tutti i voli del caccia "della discordia" F35

Today è in caricamento