Venerdì, 5 Marzo 2021
Stati Uniti d'America

La madre che picchia selvaggiamente i figli positivi al coronavirus che non mettono la mascherina

I fatti a Wickenburg, Phoenix, in Arizona: la donna, Sarah Michelle Boone, 32 anni, è stata prima tratta in arresto e poi rilasciata su cauzione dopo il pagamento di circa 5mila dollari.

Foto da AzCentral

Una brutta storia di violenza in famiglia. I figli di Sarah Michelle Boone, 32 anni, erano risultati positivi al coronavirus, ma si erano rifiutati di indossare la mascherina. Lei li ha presi a calci e pugni, tentando poi di soffocare uno di loro. I fatti a Wickenburg, Phoenix, in Arizona: la donna è stata prima tratta in arresto e poi rilasciata su cauzione dopo il pagamento di circa 5mila dollari.

La donna viene descritta dai giornali locali come un'alcolista, ha tre arresti alle spalle per violenza domestica. Il motivo scatenante della sua furia contro i tre figli sarebbe da individuare proprio nel loro rifiuto di tenere la mascherina: ne ha schiaffeggiato uno, ha preso a calci il secondo e cercato di strangolare il terzo. 

Quando è stata fermata in strada dalla polizia, non ha voluto rispondere alle domande. E' nata una colluttazione con gli agenti. Dovrà rispondere davanti alla giustizia di abusi e aggressioni su minori, oltre a resistenza all'arresto.

Senza mascherina né biglietto minacciano il capotreno: convoglio fermo, arriva la polizia

Fonte: AZCentral.com →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La madre che picchia selvaggiamente i figli positivi al coronavirus che non mettono la mascherina

Today è in caricamento