Giovedì, 13 Maggio 2021

Pillole dimagranti killer: è scattata l'allerta in 190 paesi

E' il Fatto Alimentare a raccontare e riepilogare le tappe fondamentali di un'indagine che è solo all'inizio

E' allerta per alcune pillole dimagranti killer. E' il Fatto Alimentare a raccontare e riepilogare le tappe fondamentali di un'indagine che è solo all'inizio. L’Interpol ha lanciato un’allerta generalizzata su pillole dimagranti e creme a base di 2,4-dinitrofenolo (DNP): si tratta infatti di una sostanza illecita e potenzialmente letale utilizzata a volte anche dai culturisti.

Ha scosso tutti la morte di una giovane di 21 anni nel Regno Unito: la ragazza aveva comprato sul web una confezione di pillole per dimagrire. E anche in Francia c'è un ragazzo in gravi condizioni per una vicenda simile.

Il problema è che ai noti pericoli legati alla sostanza, si aggiungono tutti i rischi della produzione illegale: le pillole vengono prodotte in laboratori clandestini che espongono i consumatori al rischio di sovradosaggio e contaminazioni.

Il dinitrofenolo, utilizzato per aumentare il metabolismo e favorire la perdita di peso, è stato ritirato a causa di diverse incidenti mortali. In  rete però si può acquistare tranquillamente anche se viene mascherato con nomi di fantasia. Per esempio due anni fa il Ministero della salute aveva lanciato un’allerta invitando a non comprare un integratore “brucia-grassi” denominato Pure Caffeine 200mg, commercializzato da una società tedesca e che consisteva in pillole da 296 mg di DNP. La scritta “Pure caffeine” traeva facilmente in inganno.

Rischiosissime sono le infatti le dosi elevate di DNP (la dose letale oscilla da 1.000 a 3.000 mg e si può raggiungere con 4-10 compresse). La sostanza inoltre dà luogo ad accumulo nell’organismo e non esistono antidoti in grado di salvare la vita del paziente dopo intossicazione con una dose letale. Sette anni fa sono stati rilevati casi di morte dopo un consumo di 600 mg/giorno per 4 giorni.  Ma il problema è nella rete visto che secondo MarkMonitor, azienda specializzata nella protezione del brand online, ci sono 165 che vendono “pillola dimagranti” a base di Dinitrofenolo (DNP).  Molti di questi siti  hanno sede inpaesi stranieri, e questo complica molto l’azione delle autorità sanitarie.

In Italia è illegale vendere DNP come prodotto per la perdita di peso, ed è vietato per il consumo umano.

Fonte: Il Fatto Alimentare →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pillole dimagranti killer: è scattata l'allerta in 190 paesi

Today è in caricamento