rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021

"La politica di Roma è torbida": gli investitori preferiscono la Spagna

Duro attacco del Financial Times che in un parallelismo tra Italia e Spagna, "precipitate insieme nella crisi", vede oggi meglio gli iberici: "Superata Roma nella corsa dello spread". Colpa della politica

Tutta colpa del palazzo. Sembra essere questa la conclusione alla quale sono arrivati gli analisti del Financial Times. Direttamente dalla City ecco il duro attacco alla politica italiana, zavorra nella "corsa dello spread" se paragonata alla situazione politica ed economica della Spagna.

"Precipitate insieme nella crisi", il quotidiano londinese si chiede: "E' arrivato ora il momento del grande divorzio?". Il parallelo tra Italia e Spagna premia però gli iberici, con Madrid che ha superato Roma.

"Nelle ultime settimane gli investitori hanno premiato il ritorno alla crescita della Spagna, anche se di poco, e preso nota dei miglioramenti fatti sul fronte della competitività". 

Dall'altra parte, ecco l'Italia

In contrasto, l'Italia ha offerto poche sorprese positive. La sua politica resta come sempre torbida per gli investitori esteri.

E se questa divergenza dovesse proseguire "sarà un ulteriore segnale che la crisi nell'Eurozona è entrata in una nuova fase, meno acuta ma dove gli investitori si muovo in base alle forze e alle debolezze di un Paese". 

Ma cosa ci differenzia così tanto dagli spagnoli da farci apparire, agli occhi degli investitori, un paese praticamente fermo?

La Spagna è una "economia post bolla" mentre l'Italia "è altamente indebitata e con una crescita in ristagno". E qui si passa a citare analisti che spiegano chiaramente cosa sta succedendo: "Le economie che sono uscite da una 'bolla' tendono ad essere più volatili ma rimbalzano più velocemente". L'Italia, invece, "non è ancora uscita dalla recessione e sta perdendo competitività nei confronti della Spagna". 

E qui entra in gioco quella che il Financial Times chiama "l'incapacità dei politici italiani di varare misure che possano portare a riforme strutturali". Incapacità definita chiaramente "un problema". 

Da qui, lo scenario che si apre è quello di un testa a testa tra Madrid e Roma: "Per i prossimi anni è probabile che Italia e Spagna debbano farsi largo a gomitate sul mercato dei titoli di Stato per attrarre gli investitori".

Fonte: Financial Times →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La politica di Roma è torbida": gli investitori preferiscono la Spagna

Today è in caricamento