rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021

Centomila posti di lavoro disponibili, ma nessuno li vuole

L'analisi di Pietro Ichino pubblicata sul Corriere dell Sera

Dall'ultimo censimento svolto da Unioncamere, nel 2011: ne risultano 117.000 posizioni di lavoro disponibili, sparse in tutte le regioni italiane, distribuite in tutti i settori e tra tutti i livelli professionali

Sono questi i dati dai quale parte l'analisi di Pietro Ichino, giuslavorista senatore del Pd, pubblicata oggi dal Corriere della Sera.

Per mettere questo giacimento di occupazione a disposizione dei nostri disoccupati, o dei lavoratori che cercano un nuovo lavoro, basterebbe che un servizio specializzato facesse per ognuno di essi il bilancio delle competenze, individuasse i due o tre skill shortages più vicini professionalmente e geograficamente e delineasse i percorsi di riqualificazione professionale necessari per accedere a ciascuno dei due o tre posti individuati (preferibilmente in collaborazione con l'impresa interessata, utilizzando e retribuendo i suoi impianti e il suo personale qualificato). Tra questi il lavoratore interessato dovrebbe scegliere quello che meglio corrisponde alle sue aspirazioni ed esigenze familiari, per poi intraprendere l'itinerario di formazione necessario

Una soluzione quindi, secondo Ichino, c'è. Basta volerla applicare.

Che cosa aspettiamo ad attivarci per porre questo giacimento occupazionale a disposizione dei tanti italiani che hanno difficoltà a trovare un lavoro?

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centomila posti di lavoro disponibili, ma nessuno li vuole

Today è in caricamento