rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022

Prelievo forzoso sui conti correnti italiani? Cipro e l'Europa mettono paura ai risparmiatori

Le dichirazioni del presidente dell'Eurogruppo gettano nel panico Borse e risparmiatori

Ieri il panico, oggi la schiarita, ma resta il timore per le dichiarazioni, poi smentite e stigmatizzate, del presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem.
Secondo il ministro delle Finanze olandese infatti l'accordo raggiunto con Cipro, con il prelievo forzoso sui conti correnti delle banche nazionali, rappresenta un nuovo modello su come gestire i problemi del sistema bancario europeo.

Il pensiero è corso subito agli altri paesi in crisi del Vecchio continente, tra i quali, ovviamente, l'Italia.

Poche ore dopo è arrivata la precisazione di Dijsselbloem, che smentiva in parte le sue parole, affermando che "il caso di Cipro è specifico e non costituisce un modello per altri potenziali interventi di salvataggio del settore bancario".

Dura inoltre la reazione della Bce, che attraverso Benoit Coeure, membro del Comitato Esecutivo dell'Eurotower, ha definito "incaute" le dichirazioni del presidente dell'Eurogruppo: ''L'esperienza di Cipro non è un modello per il resto della zona euro, perché la situazione aveva raggiunto un'ampiezza che non é comparabile ad alcun altro Paese''.

I risparmiatori europei ed italiani tirano un sospiro di sollievo, almeno fino alla prossima dichiarazione che dovesse arrivare dai palazzi del potere comunitario.

Fonte: La Repubblica →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prelievo forzoso sui conti correnti italiani? Cipro e l'Europa mettono paura ai risparmiatori

Today è in caricamento