Mercoledì, 23 Giugno 2021

Prof disabile, le assegnano la cattedra nel paese di montagna senza mezzi pubblici

Maria Claudia Cantoro, 44 anni, insegnante di Diritto ed Economia, è in carrozzina per una grave forma di disabilità. Ha aperto una pagina su Facebook per raccontare il suo problema: l'articolo della Stampa

Non chiedeva come tutti i colleghi altro che una cattedra, ma ora un'insegnante precaria e disabile è in grossa difficoltà: la cattedra che le hanno assegnato è in un paese di montagna dove mancano servizi pubblici. Sarebbe un problema per molti, lo è ancora di più per Maria Claudia Cantoro, 44 anni, insegnante di Diritto ed Economia, in carrozzina per una grave forma di disabilità. "Qualcuno mi aiuti ad andare a lavorare ogni giorno" chiede dalle pagine della Stampa.

Ha aperto una pagina su Facebook per raccontare il suo problema. Vive a Morro D’Oro, in provincia di Teramo, è precaria da sei anni. Per questo anno scolastico le hanno dato il posto di lavoro a Cagli, un paese di montagna, in provincia di Pesaro. "Io non posso guidare, a causa della mia disabilità - dice - purtroppo in questo paesino arrivano pochi mezzi pubblici, soltanto un pullman la mattina e uno la sera e posso arrivare sul posto di lavoro solo con un’automobile".

Maria Claudia non è beneficiaria di fondi per la «vita indipendente», che le permettano di assumere una badante. Per ora la accompagna ogni giorno un familiare, ma non potrà farlo a lungo. "Sono sola - denuncia l’insegnante alla Stampa - e chiedo aiuto per far sì che la mia disabilità non diventi un ostacolo insormontabile allo svolgimento del mio lavoro, essendo precaria non sono nemmeno beneficiaria della legge n. 104/92, per quel che riguarda il riavvicinamento nel luogo dove risiedo. Per svariati anni sono riuscita a lavorare a Pesaro e andavo in treno, era faticoso ma possibile. A Cagli è troppo impegnativo, per me e la mia famiglia. Nella mia vita ho sempre cercato di non lamentarmi troppo dei miei problemi e mi sono impegnata nello studio, nel lavoro e anche nel sociale. Ma adesso sono con le spalle al muro, non riuscirò a superare questo ostacolo se qualcuno non interviene".  

Speriamo che aver riportato l’appello della professoressa Cantoro possa in qualche modo aiutarla. 

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prof disabile, le assegnano la cattedra nel paese di montagna senza mezzi pubblici

Today è in caricamento