Giovedì, 29 Luglio 2021

"Michael Jackson ha pagato 35 milioni alle vittime dei suoi abusi sessuali"

L'ex re della musica pop secondo alcune carte mai rese di dominio pubblico avrebbe pagato circa 35 milioni di dollari a più di venti ragazzini vittime dei suoi abusi

Fonte: Mirror

L'Fbi avrebbe in mano documenti scottanti su Michael Jackson. Lo rivela il tabloid domenicale britannico Sunday People.

L'ex re della musica pop secondo alcune carte mai rese di dominio pubblico avrebbe pagato circa 35 milioni di dollari a più di venti ragazzini vittime dei suoi abusi. Secondo le accuse, infamanti, gli abusi iniziarono nella tenuta di Neverland nel 1989 e avrebbero avuto luogo anche in tutto il decennio seguente.

Jackson, sempre secondo il Sunday People, restava in compagnia dei bambini, guardava film pornografici con loro, e li toccava nelle parti intime. Già nel 2002 la verità venne a galla, quando l'Fbi iniziò le indagini su Anthony Pellicano, il detective delle star, coinvolto in decine di casi di spionaggio privato e assunto da Jackson per annacquare le accuse di pedofilia contro di lui. Tra i documenti sequestrati a Pellicano, c'erano numerosi fascicoli sullo stesso Jackson, che provavano chiaramente le accuse di pedofilia. Anche un collaboratore di Pellicano avrebbe confermato all'Fbi che Jackson era un pedofilo. Peccato che questi documenti non siano stati trasmessi ai pubblici ministeri che nel 2005 tentarono invano di inchiodare Jackson nel controverso processo per molestie sessuali

Proprio il collega di Pellicano, intervistato dal Sunday People, ha confermato le pesantissime accuse contro Jackson. Ha deciso di parlare solo ora, dice, dopo che il coreografo Wade Robson, che due decenni fa frequentava Neverland, ha recentemente accusato Jackson di abusi sessuali.

Fonte: Sunday People →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Michael Jackson ha pagato 35 milioni alle vittime dei suoi abusi sessuali"

Today è in caricamento