Martedì, 3 Agosto 2021
Virus / Iran

La quinta ondata di Covid in Iran

Chiudono i centri commerciali, i parchi, i ristoranti, le librerie, i parrucchieri e le pasticcerie in 275 città iraniane, tra cui la capitale Teheran, mentre la Repubblica islamica dell'Iran affronta una recrudescenza del virus

Foto EPA/AREF TAHERKENAREH

Tornano a chiudere i ristoranti, le librerie, i parrucchieri e le pasticcerie. Si chiudono anche i cancelli dei parchi pubblici e dei centri commerciali in 275 città iraniane, tra cui la capitale Teheran, mentre la Repubblica islamica dell'Iran tema una quinta ondata della pandemia di coronavirus. Chiuse, quindi, tutte le attività considerate non essenziali per cercare di contenere la diffusione della variante Delta. Il governo ha anche annunciato che verrà imposto un divieto di viaggio tra le zone particolarmente colpite dai contagi e definite ''rosse'' o ''arancioni''.

Il presidente iraniano, Hassan Rouhani , ha espresso il timore che l'Iran sarà a breve colpito da una nuova ondata di Covid-19 a causa di un'epidemia della variante Delta nel Paese più colpito del Medio Oriente.  "Si teme che siamo sulla buona strada per una quinta ondata in tutto il Paese", ha detto Rouhani a una riunione della task force anti-virus iraniana, avvertendo la popolazione di fare attenzione poiché la variante Delta era entrata nel paese a partire dai confini sud e sud- est.

In Iran si sono registrati 3,2 milioni di casi e 84.627 morti per Covid-19, i dati peggiori del Medioriente. Meno del 2 per cento degli 84 milioni di iraniani hanno completato il ciclo vaccinale con entrambe le dosi. La repubblica islamica aveva confermato i primi tre casi della variante Delta il 5 maggio nella provincia centrale di Qom. Il ministero della salute iraniano ha classificato come "rossa" - la categoria più alta nella scala del rischio di coronavirus dell'Iran - la capitale, Teheran, e altre nove città nella provincia di Teheran. Anche le province meridionali e sudorientali di Fars, Hormozgan, Kerman e Sistan-Baluchistan sono ora classificate come "rosse". Nelle zone rosse, tutti i negozi devono rimanere chiusi ad eccezione di quelli ritenuti essenziali, ovvero i negozi di alimentari e le farmacie. Le autorità iraniane hanno approvato l'uso di emergenza di due vaccini prodotti localmente.

Fonte: Dawn.com →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La quinta ondata di Covid in Iran

Today è in caricamento