Venerdì, 24 Settembre 2021

India, stuprata per otto mesi e poi bruciata viva a 15 anni

La ragazza aveva trovato finalmente il coraggio di denunciare le violenze subite da alcuni vicini da casa

NEW DELHI - Una ragazza indiana di 15 anni è stata bruciata viva alla periferia est di New Delhi perché aveva denunciato alla famiglia di essere stata violentata. La ragazzina era stata costretta a subire per otto mesi terribili stupri di gruppo. A riportare la notizie è il quotidiano Indian Express.

La polizia ha arrestato quattro persone, tre uomini e una donna, moglie di uno di loro, che vivevano nello stesso villaggio della vittima. Le violenze sarebbero iniziate otto mesi prima da parte di due vicini, poi un altro vicino e sua moglie avrebbero iniziato a ricattare la giovane, minacciando di rendere pubblico un video che la ritraeva durante le violenze.

La 15enne alla fine ha raccontato tutto alla famiglia ma il giorno dopo, secondo la polizia, la coppia è entrata in casa sua e le ha dato fuoco. La ragazzina è morta poco dopo in ospedale, con ustione sul 90 per cento del corpo. 

Fonte: indianexpress.com →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

India, stuprata per otto mesi e poi bruciata viva a 15 anni

Today è in caricamento