rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

Le ragazze sopravvissute all'attentato di Brindisi devono pagarsi le creme per curare le ustioni

La denuncia in un articolo pubblicato oggi su Libero

Il servizio sanitario della Regione Puglia non copre le spese necessarie alle cure delle cinque ragazze restate ferite il 19 maggio scorso nell’attentato davanti alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi. Tocca dunque interamente alle famiglie di Selena, Sabrina, Veronica, Vanessa e Azzurra il costo di parte delle creme medicinali necessarie a curare la pelle ustionata.

Per lo Stato italiano sono vittime di un attentato. Ma il servizio sanitario pugliese non "copre" le spese per le creme medicinali, prescritte dai dottori, necessarie a curare la loro pelle ustionata e a lenirne i dolori.
La denuncia è contenuta in un articolo pubblicato oggi sul quotidiano Libero, che da giorni si sta occupando delle ragazze sopravvissute all'attentato di Brindisi.

Secondo il prontuario della sanità pubblica quelle creme non possono essere rimborsate né prescritte dal medico di base perché inserite nell’elenco dei trattamenti estetici e non sanitari. Quelle creme a dire il vero sono state prescritte dai medici degli ospedali pubblici in cui sono state in cura le ragazze, e risulta davvero poco comprensibile che il servizio pubblico non se ne faccia più carico ora che la maggior parte di loro è a casa.

Una spesa che pesa sul reddito delle famiglie di queste ragazze, e che ci fa interrogare sulla fredda burocrazia italiana che nega il diritto alle cure necessarie per le vittime di un attentato.

Le ragazze hanno tutte ustioni fra il 25% e il 60% del corpo, alcune anche in viso e senza quei trattamenti oltre a provare ancora oggi i dolori dell’inferno, hanno probabilità assai scarse di recupero. «Quei tubetti», sospira Giuseppe, lo zio di Azzurra Camarda che affianca la mamma restata sola con la figlia, «costano fra i 50 e i 100 euro, e durano anche poco perché il trattamento deve essere ripetuto tutti i giorni. Noi non abbiamo il reddito necessario per affrontare spese simili per molto tempo»

Fonte: Libero →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ragazze sopravvissute all'attentato di Brindisi devono pagarsi le creme per curare le ustioni

Today è in caricamento