rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022

Ragazzi down cacciati dalla trattoria: "Non sappiamo come gestirli"

"In tanti anni non mi era mai successo, ci ha provocato un'amarezza incredibile", racconta Anna Rita, la madre che ha denunciato l'accaduto. Il gestore si è scusato

Sono arrivate le scuse, si volta pagina. Ma resta l'amarezza. Ragazzi down sono stati cacciati dal ristorante: "Non sappiamo come gestirli" hanno detto i titolari. È stata la mamma di uno dei giovani a denunciare su Facebook quanto successo.

"Questa sera è accaduta una cosa che in tanti anni non mi era mai successa e che ci ha provocato un'amarezza incredibile", racconta Anna Rita. Suo figlio Gabriele e altri tre amici, tutti con sindrome di down, siano stati cacciati da un ristoratore perché (questa è stata la motivazione data dal gestore), "non sappiamo come gestirli". Lei stessa aveva prenotato un tavolo per 11 persone per le 20.15 in un ristorante vicino al residence degli amici del figlio, tutti appartenenti alla stessa squadra di nuoto.

"I ragazzi si sono seduti subito, e, affamatissimi, erano già pronti per ordinare, quando un tizio con la barba - ha spiegato la donna -, si è avvicinato a me a ad un’altra mamma e ci ha detto, in maniera molto scortese, che dovevamo avvertire della presenza di 4 disabili perché il locale era piccolo, il sabato sera era pieno e loro non sapevano come gestirli".

Luca, papà single che ha adottato una bimba down rifiutata da sette famiglie

E ancora: "I nostri ragazzi sono adulti ed educatissimi – continua ancora Anna Rita -, mangiano tutti rigorosamente con coltelli e forchetta e avrebbero potuto organizzare loro, senza problemi, le loro attività. Abbiamo ribadito che l'unica cosa da segnalare l'avevamo segnalata (la celiachia di uno dei ragazzi, ndr), ma ci hanno ripetuto per altre due volte almeno la stessa cosa." I ragazzi ovviamente hanno capito tutto e loro stessi si sono alzati da tavola per andarsene. Fortunatamente la loro serata è finita per il meglio, in un altro locale dove sono stati accolti con grande ospitalità e allegria. "Questa sera è accaduta una cosa che in tanti anni non mi era mai successa - ha detto ancora la mamma di uno dei ragazzi - e che ci ha provocato un'amarezza incredibile".

Le scuse sono presto arrivate da uno dei gestori del locale, molto rammaricato.

Fonte: TorinoToday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi down cacciati dalla trattoria: "Non sappiamo come gestirli"

Today è in caricamento