rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022

Buongiorno Today | Il ministro Cancellieri all'attacco, Alfano in difesa

Le notizie e le prime pagine di oggi

“O mi fanno fare questo lavoro a testa alta o io me ne vado”. E ancora: "Ribatterò punto su punto". Così il ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri, poche ore prima della discussione in Parlamento del caso Ligresti. New Jersey, un uomo vestito di nero e con casco da motocicletta ha sparato diversi colpi d'arma da fuoco all'interno di un centro commerciale vicino New York. I carabinieri del comando provinciale di Salerno hanno smantellato quattro organizzazioni criminali, dedite allo spaccio di stupefacenti. Berlusconi e Alfano hanno cercato un accordo per evitare la scissione. L’ex segretario del Pdl chiede garanzie statutarie per la sua componente. Crisi Milan, nel mirino di un processo aperto da Barbara Berlusconi, oltre a Massimiliano Allegri, c’è Adriano Galliani. Egitto, il processo Morsi è stato aggiornato all’8 gennaio. L'ex presidente ha rifiutato di indossare la divisa bianca dei detenuti. Buongiorno, le notizie di martedì 5 novembre 2013.

Le prime pagine di martedi' 5 novembre

cancellieriCASO CANCELLIERI: “O MI FANNO FARE IL MIO LAVORO O ME NE VADO” – “O mi fanno fare questo lavoro a testa alta o io me ne vado”. L’appuntamento per “ribattere punto su punto”, a chi l’ha accusata in modo “falso, bugiardo e ignorante” di aver favorito la scarcerazione di Giulia Ligresti e di essersi messa a disposizione della famiglia del patron della Fonsai, sarà oggi pomeriggio. Prima al Senato e poi alla Camera, dove il Movimento a Cinque Stelle ha depositato le mozioni di sfiducia contro il Guardasigilli. Ma le anticipazioni dei contenuti le ha date lei stessa, al termine dell’incontro con il segretario generale del Consiglio d’Europa. Il discorso di oggi alle Camere non sarà lungo. Dieci-quindici minuti al massimo. Il canovaccio del testo, limato fino a tarda sera per smussare un po’ i toni, là dove si sarebbe voluto far accenno a interessi convergenti per colpire il governo attraverso di lei, si incentrerà su una dettagliata ricostruzione dei fatti: a partire dalla telefonata di solidarietà, il giorno stesso degli arresti, all’amica Gabriella Fragni, compagna di Salvatore Ligresti. Per poi passare alla sua segnalazione al Dap sulle condizioni di salute di Giulia, in carcere a Vercelli, avvenuta ben un mese dopo dalla prima telefonata. Porterà dati su altri 110 casi di detenuti attenzionati all’Amministrazione penitenziaria «per quello che era possibile fare e nel rispetto della legge», come è stato per Giulia. Link Il Messaggero

pistola2-2NEW YERSEY, SPARI UN CENTRO COMMERCIALE: È CACCIA ALL’UOMO – A dare l'allarme sono stati i negozianti del Westfield Garden State Plaza Mall di Paramus, nel New Jersey, dove un uomo vestito di nero e con casco da motocicletta ha sparato diversi colpi d'arma da fuoco. Il fatto è avvenuto alle 21 di ieri sera, nell'orario di chiusura,  all'interno di un centro commerciale vicino New York. L'uomo potrebbe nascondersi ancora all'interno dell'edificio, e reparti speciali della polizia starebbero setacciando i diversi piani del centro commerciale. Il responsabile degli sparo avrebbe agito da solo, e secondo alcune testimonianze avrebbe colpito le telecamere di sicurezza: "Sono stati sentiti diversi spari - ha precisato Jeanne Baratta, capo staff a Bergen County - ma crediamo che a sparare sia stata solo una persona". Non risulta infatti che ci siano dei feriti e il centro è stato prontamente evacuato dalla polizia. Link RaiNews24

carabinieri-3SALERNO:: 42 ARRESTI PER SPACCIO, SMANTELLATE 4 ORGANIZZAZIONI CRIMINALI – I carabinieri del comando provinciale di Salerno hanno smantellato quattro organizzazioni criminali, dedite allo spaccio di stupefacenti in città e in alcuni comuni a sud del capoluogo. Sono state eseguite 42 misure cautelari (19 in carcere, 14 ai domiciliari e 9 agli obblighi di dimora). Nel corso delle indagini sono state sequestrate oltre 1500 dosi di cocaina e hashish provenienti dall'area napoletana e destinate anche a professionisti. Link TGCOM24

alfano-berlusconi-2FORZA ITALIA: ALFANO VUOLE DUE COORDINATORI – Berlusconi e Alfano hanno cercato un accordo per evitare la scissione. L’ex segretario del Pdl chiede garanzie statutarie per la sua componente. «Gli amici di Angelino devono poter stare in Forza Italia senza essere uccisi», spiega con schiettezza Cicchitto. Garanzie statutarie e due coordinatori, uno scelto dalle colombe e l’altro da falchi e lealisti, che rappresentino il patto della convivenza. Soprattutto quando si tratterà di compilare le liste elettorali. La risposta del Cavaliere non è stata di chiusura. Si rende conto di quanto deleteria sia la rottura, un’altra nel campo del centrodestra. E quanto gli scontri stiano infastidendo l’elettorato di questo schieramento. Tuttavia l’ex premier vuole prima sentire cosa ne pensano Fitto e coloro che lo seguono. Con l’ex governatore della Puglia si vedrà oggi a Roma, ma Fitto già mette le mani avanti. Boccia l’ipotesi di accordo. No ai due coordinatori e alla parità nelle future liste elettorali («noi abbiamo la maggioranza, siamo il 70% del partito»). Link La Stampa

galliani-3CRISI MILAN: BARBARA PENSA AL DOPO GALLIANI – Milan sempre nell’occhio del ciclone. Nel mirino di un processo aperto da Barbara Berlusconi, oltre a Massimiliano Allegri, c’è Adriano Galliani. Il primo resiste sulla panchina del Milan per volere del secondo, e proprio questa volontà è uno dei punti deboli nella strada della permanenza del secondo. Ma mentre la storia di un allenatore è legata ai risultati, quello che sorprende i milanisti e non è il processo su Galliani, un dirigente che ha fatto la storia del Milan berlusconiano. Coppe e scudetti, e una personalità di peso negli uffici del calcio nazionale e internazionale. Se poi la squadra si è trovata in ristrettezze, lui è quello che ha messo ordine nei conti. La visione di Barbara Berlusconi però, è quella di una giovane manager che propone rinnovamento e dinamicità, e anche facce nuove. Nella sua agenda già qualche nome per dare una svolta. Uno di questi è Michele Uva, direttore generale della Coni servizi, grande esperto di conti e di stadi. Paolo Maldini, con il significato intrinseco della ‘bandiera’ potrebbe rientrare per l’aspetto tecnico. Link La Voce di Venezia

morsi-4EGITTO, PROCESSO MORSI: SOSPESO FINO ALL’8 GENNAIO – La tensione era al massimo al Cairo, questo lunedì, per il primo giorno del processo all’ex presidente egiziano Mohammed Morsi per incitamento alla violenza. In aula duro faccia a faccia fra lo stesso Morsi ed il presidente della Corte. Morsi ha rifiutato di indossare la divisa bianca dei detenuti. Il processo è stato aggiornato all’8 gennaio. Dice il nipote di Morsi: “Questo processo è una farsa. Il tentativo dei militari di prendere in giro il popolo egiziano. Se fosse stato un processo regolare avremmo avuto la diretta per mostrare alle gente di cosa è accusato Morsi che così avrebbe potuto difendersi”. Imponente il dispositivo di sicurezza. Bloccate tutte le strade di accesso al tribunale con centinaia di sostenitori di Morsi che hanno sfilato sul lungo Nilo di fronte alla Corte Costituzionale.  Era la prima volta, dalla sua deposizione il 3 luglio scorso, che Morsi è stato mostrato dalla televisione di Stato. Link Euronews

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buongiorno Today | Il ministro Cancellieri all'attacco, Alfano in difesa

Today è in caricamento