rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022

In Basilicata con il petrolio si fa il "reddito minimo garantito"

La regione vuole utilizzare le royalties per pagare un assegno a ottomila famiglie. Il presidente Pittella: "Così aiuteremo la fascia più bisognosa"

Sembra proprio che adesso in Basilicata anche i disoccupati avranno un reddito minimo, tutto grazie al petrolio: la regione ha deciso di investire i soldi delle royalties ricavate dall'oro nero per pagare un asseggno a circa 8mila famiglie prive di entrate economiche. Una svolta ma se da un lato Potenza possiede i giacimenti più ricchi dell'Europa continentale, dall'altro è anche tra le regioni che da mesi stanno cercare di fermare le trivellazioni in mare volute dallo Sblocca Italia

Intanto sono ora sette le regioni che hanno intezione di garantire un salario minimo ai senza lavoro: Lombardia, Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Molise, Puglia e appunto Basilicata. Da aggiungere anche le province di Trento e Bolzano. Ma mentre nel resto delle zone del nostro paese questo welfare viene pagato con finanziamenti europei, la Basilicata farà quasi tutto da sé, investendo il 95% degli indenizzi incassati dalle compagnie che estraggono il greggio. 

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Basilicata con il petrolio si fa il "reddito minimo garantito"

Today è in caricamento