Domenica, 26 Settembre 2021

Alla fine Renzi confessa: "Mi chiamavano Grillo"

Il premier, in visita agli scout nel parco San Rossore, ricorda i suoi giorni col fazzolettone: "Mi chiamavano Grillo esuberante. Avrei preferito giaguaro o ghepardo"

Renzi con gli scout al parco San Rossore

Sarà stata la vista dei fazzolettoni che gli ha ricordato la sua infanzia. O forse i primi giorni di relax dopo le maratone per le riforme in Senato. Fatto sta che domenica, al parco San Rossore di Pisa per la route nazionale degli scout, il premier Matteo Renzi si è lasciato andare. Prima ha scherzato con i ragazzi su un suo possibile addio alla politica - "Il conto alla rovescia per la mia rottamazione è già iniziato" - poi ha lasciato tutti di stucco, confessando un simpatico aneddoto del suo passato. 

Il nome di Renzi, ai tempi degli scout, era - ironia della sorte - "Grillo esuberante". Lo ha detto lui stesso, commentando che avrebbe preferito "ghepardo o giaguaro", in un'intervista concessa alla rivista online dell'Agesci "Camminiamo insieme". 

E quando una ragazza gli ha chiesto se poteva ritwittare la risposta, Renzi le ha chiesto di non farlo "per non finire su tutti i giornali". E, forse, per non farlo sapere a Grillo. Quello vero. 

Fonte: Camminiamo Insieme →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla fine Renzi confessa: "Mi chiamavano Grillo"

Today è in caricamento