Martedì, 23 Luglio 2024

Rifugiate siriane da comprare e sposare

Su internet soprattutto, ma testimonianze riportano di donne vendute addirittura nelle moschee della Giordania e del Kurdistan iracheno

Un paio di click, un'offerta di qualche migliaia di euro, e ti puoi portare a casa una donna da sposare, anche minorenne. Il conflitto in Siria, oltre ai morti, ha anche altre vittime: le donne sopravvissute agli orrori della guerra, profughe o rifugiate, spesso rimaste senza famiglia ma anche con padri compiacenti, che vengono messe all'asta online alimentando il "commercio delle spose".

Questa terribile pratica, che a volte riguarda anche vere e proprie bambine, era già nota da tempo, ma è tornata agli "onori" della cronaca dopo che sul più popolare dei social network, Facebook, è apparsa la pagina (ora cancellata) "Rifugiate siriane da sposare".

Attraverso la pagina i clienti potevano "visionare" le donne, spesso ritratte con pochi veli addosso in barba a ogni morale islamica, e poi si passava a "negoziare l'acquisto" via email.

Dopo le denunce di attivisti per i diritti delle donne la pagina è stata chiusa, ma il commercio non è purtroppo finito: sono soprattutto uomini di paesi arabi come Arabia Saudita, Qatar, ed Emirati Arabi Uniti ad alimentare la tratta con le loro offerte. In alcuni casi la "vendita" non passa però da internet: testimonianze riportano di donne vendute addirittura nelle moschee della Giordania e del Kurdistan iracheno.

Fonte: Il Messaggero →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifugiate siriane da comprare e sposare
Today è in caricamento