Domenica, 28 Febbraio 2021

Ritrovato il computer rubato al piccolo Andrea

Il furto in una scuola di Bologna. Il pc era dotato di un programma speciale e costoso, per essere utilizzato da un alunno che non parla e non si muove

La riconsegna del pc alla dirigente scolastica

Si conclude con una nota positiva la triste vicenda del raid nella scuola Giordani di Bologna, dove ignoti si erano introdotti nelle aule vandalizzando l'istituto e facendo razzia di materiale scolastico. 

Tra gli oggetti rubati, anche un pc speciale, in uso ad un alunno disabile. Nei giorni scorsi, il campione del Psg Marco Verratti aveva disposto un bonifico di 10mila euro alla scuola, per ricomprare il prezioso computer al bambino. Per fortuna però, il pc del bambino è stato rinvenuto insieme ad un altro computer, risultato trafugato sempre dalle aule di sostegno delle Giordani.

Il furto

Lo scorso 22 agosto si era scoperto che le scuole erano state "visitate" da balordi, che avevano messo a soqquadro tutte le aule, probabilmente diventate luogo di bivacco durante l'estate, visto che sul posto sono stati trovate cicche e bottiglie.

I ladri, avevano rubato 5 computer portatili e 3 Lim (lavagne interattive). Non solo, erano riusciti a entrare nelle aule di sostegno disabili, dove avevano trafugato il computer portatile dotato di un programma speciale e costoso, utilizzato da un alunno che non parla e non si muove. 

"Una barbarie"

"Rubare in una scuola e devastarla è già di per sé un atto ignobile, se poi ad essere sottratti sono anche dispositivi che costituiscono per un bambino in grave difficoltà l'unico strumento con cui può comunicare, alla meschinità si aggiunge la barbarie". Così, appresa la notizia, si era sfogato su Facebook  il Presidente del quartiere San Donato - San Vitale Simone Borsari.

Il video della polizia



 

Fonte: BolognaToday →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato il computer rubato al piccolo Andrea

Today è in caricamento