rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
La condanna / Stati Uniti d'America

Il milionario Robert Dust condannato all'ergastolo: uccise la sua migliore amica

Nel 2000 assassinò Susan Berman perché l'avrebbe potuto incastrare per l'assassinio della moglie, sparita nel 1982 e di cui non è mai stato ritrovato il corpo

La sua storia è stata oggetto addirittura di una serie di documentari sulla Hbo. Oggi per lui è arrivato il giorno del giudizio. L'erede di un enorme patrimonio immobiliare, Robert Dust è stato condannato all'ergastolo per l'uccisione della sua migliore amica. Il tribunale ha condannato al carcere a vita il milionario con l'accusa di aver assassinato Susan Berman nel 2000. A distanza di oltre vent'anni arriva la sentenza a carico del 78enne. Una condanna durissima chiesta dai pubblici ministeri con parole inequivocabili. Durst è “uno psicopatico narcisista”, hanno detto gli avvocati dell'accusa motivando così la richiesta del carcere a vita. Lo stesso ha ritenuto il giudice del tribunale di Los Angeles che ha disposto la condanna.

La sentenza, di primo grado, prevede l'esclusione della libertà condizionata. Ciò significa che Durst dovrà attendere l'appello dietro alle sbarre e, data l'eta avanzata, questo potrebbe significare per lui morire in carcere. I suoi avvocati hanno annunciato che faranno ricorso. Durante tutto il processo Durst è rimasto in silenzio e ha risposto al giudice solo nel momento in cui gli è stato chiesto se volesse rinunciare a comparire nelle successive udienze. Susan Berman era una scrittrice di gialli e figlia di un mafioso di Las Vegas, e aveva agito come testimone quando Durst era diventato un sospettato per la scomparsa di sua moglie. Venne assassinata da Durst per impedirle di parlare alla polizia.

L'allora 55enne venne uccisa a Beverly Hills con un colpo alla testa. La polizia è convinta che Durst sia autore anche di altri due delitti. Dure le reazioni dei cari della vittima. Giovedì il cugino di Berman, Denny Marcus, ha detto al giudice: "Mi è stata tolta una persona brillante assolutamente straordinaria e indimenticabile la cui vita le è stata selvaggiamente strappata". Sareb Kaufman, che considerava Berman sua madre poiché usciva con suo padre, ha dichiarato: "Non ho avuto un giorno libero in 21 anni dalla distruzione assoluta e dal dolore che questo mi ha causato". La moglie di Durst, Kathleen McCormack, una studentessa di medicina, è scomparsa nel 1982 e si presume sia morta.

"L'unica speranza di redenzione che hai è aiutare a trovare Kathy", ha aggiunto Kaufman, invitando Durst a rivelare la posizione del corpo di McCormack. I pubblici ministeri hanno sostenuto che Durst abbia effettivamente ucciso tre persone: la terza è stata un'anziana vicina, Morris Black, che ha scoperto l'identità di Durst nel 2001 mentre si nascondeva in Texas e fingeva di essere una donna muta. Durst è un ex membro di una delle dinastie immobiliari più ricche e potenti di New York. Suo fratello Douglas Durst, che ha testimoniato al processo, ha detto alla corte: "Vorrebbe uccidermi". Alla fine della serie The Jinx, si sente Durst borbottare tra sé e sé: "Cosa diavolo ho fatto? Li ho uccisi tutti, ovviamente". Ore prima della messa in onda dell'ultimo episodio nel marzo 2015, le autorità hanno arrestato Durst a New Orleans per l'omicidio della signora Berman. I giurati hanno ascoltato la clip durante il processo.

Fonte: BBC News →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il milionario Robert Dust condannato all'ergastolo: uccise la sua migliore amica

Today è in caricamento