Sabato, 23 Ottobre 2021
Effetti collaterali

Roberto Burioni: "Paura del vaccino? Sono più pericolosi fulmini e insetti"

Il professore smonta l'ingiustificata paura degli effetti collaterali dei vaccini Covid

Sui media ormai è molto meno presente che in passato (per motivi che abbiamo provato a spiegare qui). Il suo intervento odierno sul Corriere della Sera potrebbe dare un ultimo impulso alla campagna vaccinale e far svanire i dubbi di molti indecisi. Più di 3 milioni di ultracinquantenni hanno scelto di non ricevere nemmeno una dose al momento. Il motivo della mancata vaccinazione potrebbe essere la ingiustificata paura degli effetti collaterali dei vaccini. Il 72 della popolazione totale è stato completamente vaccinato e il 4% è in attesa di seconda dose oggi in Italia. Ha ricevuto una dose aggiuntiva, la terza dose, lo 0.26% della popolazione. "Mentre il fanatismo è sempre negativo, la paura è un sentimento utile a preservarci la vita, quando ragionevole - ragiona Burioni - . Però è facile da suscitare ed è molto difficile da controllare, perché spesso ha basi completamente irrazionali", dice Burioni.

Burioni e gli effetti a lungo termine dei vaccini Covid

Sugli effetti a lungo termine dei vaccini Covid, il virologo Roberto Burioni ammette che non si possono dare certezze, ma "non c’è nulla che ci faccia pensare che questi effetti negativi possano presentarsi e storicamente non esiste e non è mai esistito un vaccino in grado di causare danni a più di due mesi dalla sua somministrazione",

Sugli effetti collaterali a breve termine, dopo miliardi di dosi somministrate, "niente morti improvvise, niente effetti sulla fertilità o sul DNA - spiega il professore -. L’unico effetto collaterale di rilievo pare essere una miocardite (meno di 3 casi su 100.000 vaccinazioni), cioè un’infiammazione del muscolo del cuore. La malattia in sé può essere anche grave, ma fortunatamente la miocardite dovuta al vaccino nella grandissima parte dei casi è lieve e curabile: negli Stati Uniti su 300 milioni di vaccinazioni hanno avuto meno di 1.300 miocarditi e tutti i pazienti sono fortunatamente guariti. Al momento esiste un solo caso descritto, in Nuova Zelanda, di una paziente deceduta a causa di questa miocardite".

Nel mondo, in quasi un anno, abbiamo al momento notizia certa di una sola morte dovuta ai vaccini a mRNA; in Italia, in un anno, muoiono in media 25 persone per allergie a farmaci, per lo più antibiotici (di cui non solo non abbiamo paura, ma facciamo abuso), altrettante per punture di insetti e 10 colpite da un fulmine. Capite quindi che il rischio che consegue alla vaccinazione contro Covid è praticamente rischio irrilevante se paragonato a quelli che corriamo quotidianamente".

Per questo vaccinatevi in tutta tranquillità, eviterete un rischio ben più grave e concreto: quello di ammalarvi di Covid.

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Burioni: "Paura del vaccino? Sono più pericolosi fulmini e insetti"

Today è in caricamento