Martedì, 26 Ottobre 2021

Rottamazione delle cartelle 2017 di Equitalia, si va verso la "sanatoria-bis"

L'obiettivo, riporta in apertura il quotidiano finanziario Il Sole 24 Ore, sarebbe quello di recuperare una "posta una tantum" da 1,5 miliardi di euro, "utilizzabili in manovra soprattutto per finanziare le assunzioni di giovani"

"La riapertura della rottamazione delle cartelle di Equitalia prende quota" secondo il quotidiano economico Il Sole 24 Ore. Il Governo infatti starebbe studiando la "definizione agevolata", senza il pagamento di sanzioni e interessi, anche per coloro che hanno ricevuto un ruolo sui primi 4 mesi del 2017. L'obiettivo, riporta in apertura il quotidiano finanziario, sarebbe quello di recuperare una "posta una tantum" da 1,5 miliardi di euro, "utilizzabili in manovra soprattutto per finanziare le assunzioni di giovani".

L’ipotesi cui starebbe lavorando il governo prevede la possibilità di aprire le porte della definizione agevolata senza il pagamento di sanzioni e interessi anche a quanti, tra imprese e cittadini, hanno ricevuto un ruolo nei primi quattro mesi del 2017. Ma non è tutto qui.

Contestualmente infatti i tecnici del ministero starebbero trovando la soluzione tecnico-giuridica per consentire a qualche centinaia di migliaia di contribuenti in debito con Fisco e Inps di poter essere ammessi alla sanatoria dei ruoli dopo che si sono visti cestinare dall’agente pubblico della riscossione la richiesta di adesione alla prima edizione della definizione agevolata dei ruoli.

In tal modo nelle casse dello Stato finirebbero complessivamente nel 2018 e nel 2019 poco più di 1,5 miliardi di euro, secondo le prime stime. Soldi che potrebbero servire anche per finanziare gli interventi sul mercato del lavoro e in particolare le assunzioni di giovani. 

Il ripescaggio degli esclusi dovrebbe riguardare coloro che hanno commesso errori nella presentazione o compilazione dell’istanza di adesione o quei contribuenti che non erano in regola con i vecchi piani di rateizzazione dei loro debiti. In ogni caso il numero dei soggetti interessati dovrebbe essere contenuto.

Fonte: Il Sole 24 Ore →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rottamazione delle cartelle 2017 di Equitalia, si va verso la "sanatoria-bis"

Today è in caricamento