Mercoledì, 14 Aprile 2021

"Venite, in quel sacco c'è un cadavere": ma erano scarti di macellazione

A Sorso, comune in provincia di Sassari che si affaccia sul golfo dell'Asinara, alcuni residenti preoccupati hanno chiamato il 112

Foto NUOVA SARDEGNA

Siamo a Sorso, comune in provincia di Sassari che si affaccia sul golfo dell'Asinara.

Alcuni residenti della zona di campagna vicino al ponte dell'Abbiu hanno chiamato il 112: in una strada dell’agro, proprio in mezzo alla carreggiata, c'erano vari sacchi neri maleodoranti, coperti da un grande telo verde scuro. Una puzza insopportabile.

"Ha la forma di un cadavere", ha sussurrato qualcuno. Come racconta nel dettaglio la Nuova Sardegna, è scattato l'allarme

I carabinieri si sono precipitati sul posto e hanno ritagliato una piccola apertura tra la plastica, per verificare se si trattasse del cadavere di una persona. 

E vengono subito investiti da una vampata di miasmi (e mosche) terrificante. All’interno si notano subito dei piedi. Non sono umani, ma con tutta probabilità di una o più pecore. Più in generale, all’interno del fagotto ci sono una serie di scarti di macellazione, che andranno verificati con calma. 

L'Assl  proverà a ricostruire la provenienza degli scarti.

Fonte: La Nuova Sardegna →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Venite, in quel sacco c'è un cadavere": ma erano scarti di macellazione

Today è in caricamento