Sabato, 23 Ottobre 2021

Patatine e spinelli dopo la strage: così Salah ha provato a costruirsi un alibi

Dopo inizio strage Parigi, Abdeslam mangiava e fumava spinelli, Salah Abdeslam a condiviso patate fritte e spinelli con dei liceali in un McDonald's: "Un modo per farsi notare da tutti"

PARIGI - Qualche ora dopo l'inizio della carneficina, Salah Abdeslam - l'unico membro del commando jihadista ancora in vita - ha condiviso patate fritte e spinelli con dei liceali nella banlieu di Parigi. I ragazzi hanno descritto l'uomo come "simpatico" e calmo. Dopo aver portato tre kamikaze allo Stade de France, Abdeslam, il "decimo uomo del commando", ha abbandonato la sua vettura nel nord di Parigi e ha passato la notte a Chatillon, a sud della capitale, dove è stata ritrovata la sua cintura esplosiva dieci giorni più tardi.

IL RACCONTO DEI TESTIMONI - "Stavamo mangiando al nostro McDo (da McDonald's, ndr.) con due compagni quando l'abbiamo visto arrivare, attorno all'una del mattino. Aveva l'aria di uno normale, di chi non ha niente da fare. Abbiamo cominciato a discutere, era simpatico, allora è restato con noi", ha raccontato "Tom", un diciassettenne, al giornalista del Nouvel Observateur. Secondo una testimonianza raccolta da BfmTv, Abdeslam si faceva chiamare "Abdel": "Aveva un accento belga, ci ha fatto indovinare la sua età, aveva 26 anni. Aveva un piumino addosso, un po' gonfio".

PATATINE E SPINELLI - L'uomo disse ai ragazzi che aveva la macchina in panne e che aspettava dei cugini che lo venissero a prendere. Il gruppo ha passato una parte della notte mangiando patatine e fumando spinelli, secondo le testimonianze ai media. "Ci diceva che si sarebbe presso sposato con la sua compagna, da lì a pochi mesi", ha raccontato l'adolescente ascoltato da BfmTv.

LA NOTIZIA DELLA STRAGE - Durante la serata i ragazzi anche hanno scoperto dai loro smartphone quello che era successo a Parigi. "Non aveva emozioni particolari, diceva che era triste", ha ricordato uno dei ragazzi. Due giorni dopo gli eventi, gli adolescenti hanno riconsciuto il volto di Abdeslam vedendolo alla televisione. Il jihadista è stato poi arrestato il 18 marzo a Molenbeek, dove è cresciuto.

Fonte: Nouvel Observateur →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patatine e spinelli dopo la strage: così Salah ha provato a costruirsi un alibi

Today è in caricamento