Dopo il caso del citofono, Salvini continua: "Nel negozio al civico 38 spacciano"

A Modena per il tour elettorale, l'ex ministro dell'Interno si fa indicare dagli abitanti del posto un negozio dove, secondo loro, si spaccia droga

Modena, nuova tappa del tour elettorale di Matteo Salvini in Emilia-Romagna. Il leader della Lega, non pago delle polemiche, torna a raccogliere le segnalazioni dei cittadini per recarsi con telecamere al seguito a fare un altro "blitz" antispaccio.

Dopo il caso del citofono a Bologna, stavolta Salvini si è fatto indicare dagli abitanti del posto un negozio dove, secondo loro, si spaccia droga. "Dov'è questo negozio? È qui al civico 38?", dice Salvini, raggiungendo l'esercizio commerciale e mostrandolo a favor di telecamere.

"Al civico 38 spacciano ragazzi! E non serve citofonare, perché già l'hanno chiuso varie volte questo negozio... Noi la droga la combattiamo piazza per piazza, via per via, perché la droga fa male… - insiste l'ex ministro dell'Interno - Speriamo che la nostra presenza di oggi possa portare a fare i controlli del caso, possa portare a qualche chiusura e a qualche arresto. Ringrazio le mamme e le nonne che ci hanno messo la faccia. È dal '99 che c'è questo negozio? Sono vent'anni? Visto che sono testone, tornerò tutte le volte, finché non sarà chiuso definitivamente". Salvini poi aggiunge: "Chiediamo cortesemente a chi di dovere, alla procura e alle forze dell'ordine, di fare i dovuti controlli in questo negozio, perché qua dentro si spaccia la droga".

Il negozio, un distributore automatico aperto generalmente h24 era stato immortalato di recente in un servizio di Striscia la Notizia, come ricorda ModenaToday.

Fonte: ModenaToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento