rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024

Maddie, si cerca il colpevole: dopo la lettera nuovi interrogatori

La polizia portoghese interroga 11 persone legate alla sparzione della piccola nel maggio 2007, mentre era in vacanza con la famiglia. Tra loro alcuni cittadini britannici e uno dei primi sospettati, Robert Murat

Si riprendono le fila delle indagini sulle sorti della piccola Madaleine McCann, la bimba inglese di quattro anni scomparsa nel maggio 2007 mentre era in vacanza con la sua famiglia ad Algarve. Secondo la BBC la polizia portoghese, dopo aver ritrovato la misteriosa lettera che dava il corpo della piccola in fondo al lago vicino al resort dove alloggiava la famiglia inglese, ha iniziato a interrogare undici persone, legate al caso. 

Tra questi ci sono anche alcuni cittadini britannici: prima di tutto Robert Murat, sentito nel 2008 dopo la scomparsa della piccola dagli inquirenti e prosciolto dalle accuse subito dopo. Stavolta verrà interrogata anche la moglie dell'uomo, altri due inglesi e sette portoghesi. Tra questi ultimi gli ex dipendenti dell'Ocean Club, il resort dove soggiornavano i McCann quando la loro figlia è scomparsa. 

Durante gli interrogatori saranno presenti anche i detective di Scotland Yard, volati a Lisbona per affiancare i funzionari portoghesi. Si tratta del più grande numero di testimoni chiamati dal 2011, quando le autorità britanniche riaprirono il caso dopo che le indagini erano state abbandonate nel 2008. L'obiettivo sarebbe quello di chiarire delle incongruenze, rilevate sulle indagini già effettuate, in particolare dopo il ritrovamento della lettera in cui si afferma che il corpo di Maddie si troverebbe in fondo al lago, dopo distante dal resort dove alloggiava la sua famiglia. 

Fonte: BBC News →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maddie, si cerca il colpevole: dopo la lettera nuovi interrogatori

Today è in caricamento