rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023

Coppia dell'acido, sconto di pena per Martina Levato

La giovane milanese accusata di aver aggredito con l’acido alcuni suoi ex fidanzati per un folle “percorso di purificazione” intrapreso con l’amante Alexander Boettcher, è stata condannata dalla corte d’Appello di Milano a venti anni di reclusione: otto anni "scontati"

Sconto di pena per Martina Levato: la giovane milanese accusata di aver aggredito con l’acido alcuni suoi ex fidanzati per un folle “percorso di purificazione” intrapreso con l’amante Alexander Boettcher, è stata condannata dalla corte d’Appello di Milano a venti anni di reclusione.

I giudici hanno riconosciuto la continuazione della pena e le hanno “scontato” otto anni dai ventotto che avrebbe dovuto passare in carcere per le condanne a dodici anni per l’agguato a Pietro Barbini e a sedici per le aggressioni contro Giuliano Carparelli, Antonio Margarito - che fu quasi evirato - e Stefano Salvi, colpito per un tragico scambio di persona proprio con Carparelli. 

Al momento della lettura della sentenza Levato è scoppiata a piangere perché - ha protestato - “e ingiusto che venga condannata anche per il caso Savi, io non c’entro, non sono stata io”

Per Andrea Magnani, basista della coppia dell’acido formata da Martina e dal suo ex amante Boettcher, i giudici hanno invece confermato la condanna a nove anni e quattro mesi totali, scrive MilanoToday.

Tutto da decifrare invece il futuro di Alexander Boettcher, che ha sulle spalle - al momento - una condanna in appello a quattordici anni per l’aggressione a Barbini - la coppia dell'acido fu arrestata in flagranza proprio in quel caso - e una pena di ventitré anni per tutti gli altri blitz con l’acido. 

In carcere Levato ha partorito. Il piccolo, per decisione del tribunale dei minori - anche se i legali della giovane hanno presentato ricorso - sarà dato in affido a una famiglia “esterna”

Fonte: MilanoToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia dell'acido, sconto di pena per Martina Levato

Today è in caricamento