Lo scontrino scandalizza i due turisti: due cornetti e due cappuccini, conto "da dimenticare"

La "sorpresa" dopo la colazione consumata in un bar vicino alla stazione di Firenze: "Non abbiamo nemmeno avuto la forza di rispondere o chiedere spiegazioni"

Foto di repertorio non riferita al contenuto dell'articolo

Un conto di 15 euro per due cappuccini e due cornetti vuoti. È quello che si sarebbe visto chiedere un turista milanese di passaggio a Firenze con la propria compagna. Sabato scorso i due sono partiti in treno da Milano con le bici a seguito per praticare cicloturismo tra le campagne toscane. Intorno alle sei di mattina erano già nel capoluogo toscano e, vista l’ora, hanno pensato bene (si far per dire) di fare colazione in un bar vicino alla stazione. Ed è lì che, stando al racconto fatto dal turista a "Repubblica", si sarebbe consumato il "fattaccio".

L’uomo sostiene di essere entrato per ordinare, "ma il personale ci ha detto che ci avrebbe portato tutto al tavolo". Al tavolo si è però materializzata la sorpresa: insieme alla colazione, il cameriere ha portato anche uno scontrino con il pre-conto. Per i cornetti la richiesta è stata di sei euro, mentre i due cappuccini sono costati la bellezza di nove euro.

Il turista ha ammesso di non aver controllato se i prezzi fossero esposti sul menu o sul bancone: la solerzia del cameriere nel proporgli la consumazione al tavolo non gli avrebbe lasciato il tempo di capire. Questa almeno è la sua versione che ovviamente potrebbe non coincidere affatto con quella dei gestori dell’attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sta di fatto che ai due turisti quella colazione è rimasta sullo stomaco: "Abbiamo pagato, siamo andati via. Siamo rimasti un po’ delusi, ma lì per lì non abbiamo nemmeno avuto la forza di rispondere o chiedere spiegazioni". 

Fonte: La Repubblica →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento