rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022

La scuola che cancella l'ora di religione: "Si studierà etica"

L'istituto svizzero di Bergamo, con la maggioranza di studenti italiani, ha deciso di cancellare l'ora di religione dai programmi. In aula, in quelle ore, si insegnerà etica

"Addio" religione per non urtare la sensibilità di nessuno. Benvenuta etica, per creare cittadini migliori. La scuola svizzera di Bergamo, nel quartiere Monterosso, - ma sembra che non sia l'unica - ha deciso di cancellare l'ora di religione cattolica prevista nei programmi. Fino all'anno scorso l'istituto, come permette la legge, aveva lasciato la possibilità agli studenti di decidere se seguire o meno le lezioni dell'insegnante di religione. Quest'anno, poi, la nuova decisione. E le immancabili polemiche. 

Racconta il Corriere di Bergamo

Il nuovo preside ha deciso di cambiare tutto: l’ora di religione cattolica è stata letteralmente cancellata, non c’è più. Si tratta dell’unica scuola plurilingue di tutta la Bergamasca, dove oltre la metà degli iscritti sono italiani e l’origine dell’altra metà si distribuisce su diversi paesi dell’Unione Europea, soprattutto Germania e Svizzera.

A spiegare il perché di una decisione tanto controversa è lo stesso preside, Friedrich Lingenhag: "Di fronte ad alunni cattolici, atei, o musulmani, abbiamo scelto di non scegliere, evitando di prendere posizione. I valori delle lezioni di etica sono universali, senza indottrinamenti. L’ora di religione cattolica assomigliava tanto al catechismo e non è un compito della scuola".

Ma se il dirigente dell'istituto difende la sua scelta, il responsabile dell'Ufficio per l'insegnamento della religione cattolica, Michele Cortinovis, non ci sta. "Dal nostro punto di vista è sicuramente un passo indietro - ha attaccatto -. L’insegnamento della religione e la catechesi, nella scuola pubblica sono da sempre due cose diverse, anche per regolamento". 

Tra le altre cose potrebbe essere proprio un regolamento a costringere la scuola svizzera di Bergamo a fare un passo indietro. Spiega il Corriere di Bergamo: 

L’insegnamento dell’ora di religione cattolica è un’istituzione del concordato tra Stato italiano e Chiesa cattolica. Prevede che in tutte le scuole pubbliche italiane siano obbligatoriamente riservate lezioni settimanali, facoltative per gli studenti. 

Per quanto riguarda la scuola svizzera, però, potrebbero valere altre leggi, cioè quelle del paese elvetico. Il dibattito è aperto. 

Fonte: Corriere di Bergamo →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola che cancella l'ora di religione: "Si studierà etica"

Today è in caricamento