Giovedì, 15 Aprile 2021

Scuola, il ministro Azzolina: "A settembre lezioni metà in classe e metà a casa"

Il ministro dell'Istruzione conferma: sì alla maturità 2020 in presenza

Foto archivio Ansa

"A settembre si deve tornare a scuola, i nostri studenti hanno diritto di tornare a scuola". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ospite de "L'Intervista" di Maria Latella su Sky Tg24, ipotizzando la possibilità anche di una "didattica mista", in parte in presenza, in classe, e in parte a distanza. "E' evidente che non possiamo far tornare i nostri studenti in classi da 28-30 persone", motivo per cui si pensa ad una forma di didattica mista, metà in classe e metà online.

"Era un dovere proteggere la salute degli studenti e non solo la lor", ha aggiunto Azzolina parlando della chiusura delle scuole dovuta alla diffusione del Covid-19. "Abbiamo chiesto un sacrificio enorme agli studenti e alle famiglie, ma per uscire da questa situazione". Al momento della ripresa, si tornerà seguendo sempre "il principio di precauzione e prudenza".

Scuola, Azzolina: "No ai doppi turni"

Il ministro ha poi chiarito che "non abbiamo mai parlato di doppi turni" per gli insegnanti per la ripresa della scuola a settembre. L'ipotesi, ha spiegato, è quella di dividere le classi: "La metà degli studenti per metà settimana andrebbe a scuola, poi l'altra metà, e comunque si terrebbero sempre gli studenti che sono a distanza collegati, così la socialità resta".

Sul tema delle scuole elementari, per cui la didattica a distanza è più complessa, Azzolina ha detto: "I bambini devono tornare a scuola, è un segmento delicato nella vita di uno studente. Se con le mascherine o meno ora non me la sento di dare una risposta, stiamolavorando anche con il comitato tecnico-scientifico per capire come fare. Ma a settembre devono tornare a scuola".

Fonte: SkyTg24 →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, il ministro Azzolina: "A settembre lezioni metà in classe e metà a casa"

Today è in caricamento