Martedì, 22 Giugno 2021
Bye Bye Dad

Tutti a scuola a settembre: il piano Bianchi per la didattica in presenza al 100 per 100

Il ministro: "Con il decreto sostegni abbiamo già dato 150 milioni alle scuole per la sicurezza sanitaria. Adesso, in accordo con il generale Figliuolo, stiamo facendo ripartire le vaccinazioni per tutto il personale scolastico: siamo al 70%, a settembre avremo tutti vaccinati". Avanti col progetto di aprire le scuole in estate

"Voglio riportare a settembre tutti gli studenti in aula e in sicurezza". Lo dice oggi il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi: "L'obiettivo è avere tutti gli studenti in presenza, anche quelli delle superiori. E per farlo il nostro primo problema è garantire la sicurezza. La scuola oggi ha bisogno di certezze e siamo a lavoro per questo. Con il decreto sostegni abbiamo già dato 150 milioni alle scuole per la sicurezza sanitaria. Adesso, in accordo con il generale Figliuolo, stiamo facendo ripartire le vaccinazioni per tutto il personale scolastico: siamo al 70%, a settembre avremo tutti vaccinati", spiega a Repubblica. Si parla di sanatoria per i docenti precari, ma su questo punto non ci sono certezze: l'obiettivo secondo Bianchi è arrivare a un sistema a regime con concorsi annuali.

Scuola in presenza al 100% a settembre 2021 (superiori incluse)

Un annoso e vero nodo della ripartenza sono le classi-pollaio. "La riduzione del numero di studenti per classe fa parte di un nuovo disegno del sistema scolastico a cui stiamo lavorando e che abbiamo già previsto nel Piano nazionale di ripresa e resilienza. Le cosiddette classi-pollaio riguardano in particolare le superiori dei grandi centri urbani", spiega Bianchi. "Nelle zone interne e di montagna abbiamo il problema opposto: non riuscire a comporre le classi perché gli studenti diminuiscono a causa della denatalità. Andremo comunque verso classi ridotte progressivamente già dal prossimo anno".

Il ministro ricorda che "per settembre" è stato "confermato l'organico dei docenti, anche a fronte di una riduzione degli alunni".

"Anzi, avremo seimila unità in più tra insegnanti di sostegno e potenziamento. Inoltre, abbiamo già destinato un miliardo e 125 milioni alle Province per intervenire su edilizia e messa in sicurezza delle superiori".

Le scuole aperte in estate

"Abbiamo avuto modo di discutere con il Ministro Bianchi del Piano Scuola Estate 2021 e di rappresentargli le problematiche che i dirigenti scolastici ci segnalano tutti i giorni. L`incontro ha anche consentito di fare il punto su una fase di passaggio molto delicata per la scuola italiana, già proiettata verso l'avvio delle attività del prossimo settembre". Così in una nota il presidente dell'Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli, che ieri mattina ha incontrato il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi. Il colloquio, spiega l'Anp, si è svolto in un clima di cordiale collaborazione e ascolto reciproco.

"Anche in questa occasione - continua - ho espresso apprezzamento per il fine etico-sociale sotteso dal Piano, soprattutto in chiave di tutela per quei soggetti che, presentando maggiori fragilità, hanno più risentito degli effetti negativi del periodo emergenziale. Non ho mancato di evidenziare al ministro le criticità connesse alla realizzazione del Piano la cui organizzazione è affidata in primis ai dirigenti, impegnati intensamente e senza interruzione da oltre un anno".

Conclude il presidente dell`ANP: "Il Piano richiede alla dirigenza un surplus di lavoro che l'Amministrazione deve assolutamente riconoscere eliminando, una volta per tutte, lo scandaloso dislivello retributivo esistente tra i dirigenti delle scuole e quelli degli enti di ricerca. Servono dunque risorse cospicue e strutturali per raggiungere la piena armonizzazione retributiva della categoria che, con straordinario senso di responsabilità, ha assicurato il servizio nonostante le difficoltà strutturali e infrastrutturali acuite dalla pandemia".

Vaccini a scuola: il piano in Inghilterra

I funzionari sanitari del Governo britannico stanno elaborando piani per offrire il vaccino Pfizer agli alunni delle scuole secondarie da settembre. I documenti dello "scenario di pianificazione principale" compilati dai funzionari del NHS includono l'offerta di una singola dose ai ragazzi dai 12 anni in su quando inizia il nuovo anno scolastico. Una fonte ha detto: "Non è stata ancora presa una decisione, ma stiamo elaborando materiali di pianificazione per i diversi scenari". Il professor Adam Finn, che siede nel comitato, ha detto che la decisione dipenderà dall'andamento dell'epidemia.

Il piano del ministero per tenere aperte le scuole in estate

Fonte: La Repubblica →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti a scuola a settembre: il piano Bianchi per la didattica in presenza al 100 per 100

Today è in caricamento