Sabato, 18 Settembre 2021

Si siede sulla nipotina di 9 anni e la uccide

Condannata all'ergastolo: il 14 ottobre 2017- nel tentativo di tenere sotto controllo la nipotina - si era seduta su di lei con tutti i suoi 150 chilogrammi per più di cinque minuti, abbastanza per far morire la bambina per mancanza di ossigeno

Pensacola, cittadina balneare della Florida, è stata teatro di una incredibile tragedia familiare: era il 14 ottobre 2017 quando Veronica Green Posey - nel tentativo di tenere sotto controllo la nipotina - si è seduta su Dericka Lindsay. E vi è rimasta appoggiata con tutti i suoi 150 chilogrammi per più di cinque minuti, abbastanza per far morire la bambina per mancanza di ossigeno.

Ora Veronica Green Posey, 66 anni, è stata giudicata colpevole di omicidio di primo grado e condannata dal tribunale di Pensacola all'ergastolo. Secondo quanto emerso nel dibattimento la vittima avrebbe subito inoltre orribili pestaggi dalla coppia di anziani da cui era stata adottata. 

Dericka si era trovata senza una famiglia dopo la nascita, ma la famiglia adottiva cui era stata affidata ha reso la sua breve vita un vero inferno prima di morire a soli nove anni. 

Dalle risultanze dell'inchiesta è emerso che Veronica Green Posey era chiamata spesso per tenere a bada quella bimba troppo allegra e vivace per i loro gusti. Quando si accorse che la bimba non respirava, provò a praticarle un massaggio cardiaco, poi chiamò un'ambulanza, ma a quel punto non c'era più nulla da fare. Circostanze che non hanno permesso al suo avvocato di convincere la giuria che la tragedia fosse in realtà un tragico incidente e che la donna non voleva far male alla bimba.

Ora anche i genitori adottivi dovranno affrontare un processo per rispondere delle proprie responsabilità.

Fonte: Usa Today →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si siede sulla nipotina di 9 anni e la uccide

Today è in caricamento