Venerdì, 19 Luglio 2024

Bara non entra nel loculo, segata durante il funerale: la rabbia dei parenti

Come riporta il Gazzettino, al momento della sepoltura il custode del cimitero e il titolare dell’impresa funebre si sono resi conto che la bara non entrava nel loculo

I parenti del defunto, un uomo di 61 anni, riunitisi per un ultimo saluto al loro caro, non potevano credere a quel che vedevano davanti ai loro occhi, lì al cimitero di Martellago in provincia di Venezia.

La bara non entrava non loculo, ed è stata segata durante il funerale. Secondo i quotidiani locali come il Gazzettino e VeneziaToday, i fatti risalgono allo scorso sabato pomeriggio.

In paese la voce si è diffusa molto rapidamente e ora la famiglia intende procedere per vie legali, denunciando un’azione definita “incresciosa”.  

Come riporta il Gazzettino, al momento della sepoltura il custode del cimitero e il titolare dell’impresa funebre si sono resi conto che la bara non entrava nel loculo. La moglie del defunto attacca: "Hanno scelto di tagliare con la sega, il martello e lo scalpello i due angoli della bara dalla parte dov'era adagiata la testa di mio marito. Una cosa allucinante".

I famigliari puntano il dito contro l’impresa funebre, sottolineando che chi fa questo lavoro dovrebbe conoscere alla perfezione la compatibilità tra ogni tipo di bara e ogni tipo di loculo.

Scrive VeneziaToday:

Il titolare dell’impresa funebre ha confermato l’errore di segare la bara in pubblico, sminuendo però il tutto e spiegando che si trattava solamente di due centimetri di bara rifilata. Alla famiglia non interessa, per loro si tratta comunque di un gesto oltraggioso, senza alcun rispetto.

Fonte: VeneziaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bara non entra nel loculo, segata durante il funerale: la rabbia dei parenti
Today è in caricamento