Covid, lo sfogo della soccorritrice: "Ci avete chiamato eroi, ora ho paura di voi, non dormo"

Le parole di Giorgia, giovane soccorritrice a Milano: "Di notte non dormo, ora ho paura"

La soccorritrice, foto da Facebook

Giorgia è una giovane soccorritrice che da mesi a Milano combatte faccia a faccia col coronavirus. E' tra chi nei mesi scorsi è diventato "eroe", angelo col camice e adesso ha paura, di nuovo. Ora che il Covid sta ricominciando a correre (+1210 positivi nelle ultime 24 ore), ha il timore di finire di nuovo all'inferno. Così ha affidato al suo profilo social uno sfogo che in poche ore è diventato virale.

Un messaggio semplice, diretto, sentito per educare più che per sgridare. "Di notte non dormo perché ho paura di dover tornare a stare sola. Questa sono io alla dodicesima ora di lavoro. Vestita esattamente come 4 mesi fa, mentre vi lamentavate tutti dell'economia che andava a rotoli e stremavate i vostri cani per fare 10 minuti di passeggiata", sono le sue parole accompagnate ad un'immagine di lei completamente bardata per un intervento.

"Sono io che guardo le foto e i video della vostra movida e di notte non dormo perché ho paura di dover tornare a stare sola, lontana dalla mia famiglia perché faccio un «lavoro rischioso». Ho paura di dover combattere la vostra ca*** di ignoranza, e il vostro spietato coraggio di vedermi quando chiamate l'ambulanza e dirmi che non riuscite a tenere la mascherina per 2 ore di viaggio in treno perché andate in «iperacidosi»".

"Ho paura dell'ignoranza più di quanto abbia paura del virus - ha continuato -. Perché per 4 mesi ho visto colleghi stanchi, mi sono addormentata senza mangiare per 3 sere di fila, ho trattenuto la pipi anche per 10 ore, perché non potevo togliermi la tuta in tyvek. Ho paura di voi, che ci avete chiamati «eroi», ma adesso vi siete già dimenticati dei segni sulla nostra faccia di quella ca*** di mascherina che portate come braccialetto", ha concluso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il suo sfogo è stato raccolto e condiviso anche da Mediolanum soccorso, l'associazione per cui lavora che ne ha approfittato per ricordare a tutti che la lotta al Covid è tutt'altro che vinta e che servono ancora i comportamenti giusti da parte di tutti. "Una nostra dipendente, sperando che le sue parole possano venire ascoltate. Oramai non c'è più una guerra da vincere, solo tante battaglie da portare avanti, limitando le perdite. Senza mai abbassare la guardia", hanno scritto dalla onlus.
 

Fonte: MilanoToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento