Giovedì, 6 Maggio 2021

Ucraina, si appisola sul materassino gonfiabile e finisce in Crimea dopo tre giorni alla deriva

Molto probabilmente Mykhaylo Doroshenko non si concederà mai più un riposino sul materassino gonfiabile per il resto della sua vita, nemmeno a pochi metri dalla riva.

Molto probabilmente non si concederà mai più un riposino sul materassino gonfiabile per il resto della sua vita, nemmeno a pochi metri dalla riva.

Mykhaylo Doroshenko, un diciottenne ucraino di Lazurnoye, cittadina costiera della regione di Kherson, ha approfittato di qualche ora di pausa dal suo lavoro di addetto sicurezza in un resort per andarsi a rilassare in spiaggia.. Il ragazzo si è concesso un pisolino sul materassino non tenendo conto delle forti correnti e si è risvegliato nel bel mezzo del Mar Nero, tra Ucraina e Crimea. 

Quel tratto di mare, a causa delle tensioni tra Kiev e Mosca, che si contendono la Crimea, è privo di traffico navale. 

Il ragazzo, scrivono i media locali, è rimasto così per tre giorni in balia delle onde, con temperature diurne vicine ai 40 gradi, sino a che non ha raggiunto le coste della Crimea lo scorso 5 agosto, nella baia di Karkinitsky, a 64 chilometri da dove era partito: è stato salvato e condotto presso l'ospedale di Chernomorskoye in uno stato di grave disidratazione. Se l'è vista davvero brutta.

Fonte: BBC News →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, si appisola sul materassino gonfiabile e finisce in Crimea dopo tre giorni alla deriva

Today è in caricamento