Domenica, 26 Settembre 2021

Codacons: "Vietato fumare in spiaggia, le sigarette inquinano più delle auto"

L'associazione propone di estendere a livello nazionale il divieto già in vigore dal 2014 sulla spiaggia di Bibione e adottato anche da altre località balneari. Multa da 300 euro per i trasgressori

Anche quest'anno, su molte spiagge italiane sarà vietato buttare a terra i mozziconi di sigaretta. Per i trasgressori è prevista una pena di 300 euro. Il Codacons però non ci sta e vuole che il divieto sia esteto a tutte le spiaggie nazionali, sul modello già adottato da Bibione, in provincia di Venezia, che è stata la prima località balneare italiana a vietare le bionde in spiaggia nel 2014. 

Secodo una ricerca dell'Istituto nazionale dei Tumori di Milano, condotta proprio sulla spiaggia di Bibbione, l'inquinamento generato dalla sigarette fumate sotto gli ombrelloni può superare quello che si registra nelle zone soffocate dal traffico di automoboli.

"Quando sentiamo odore di fumo vuol dire che stiamo respirando agenti inquinanti", spiega al Corriere della Sera il presidente dell’associazione Marco Donzelli.

"Un aspetto così significativo per la tutela dei cittadini — dice Donzelli — non può essere relegato alla discrezionalità dei comuni, ma deve essere il ministro della Salute a emanare una circolare che stabilisca linee guida chiare: non ci deve essere l’obbligo, per chi non fuma, di respirare agenti inquinanti". 

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Codacons: "Vietato fumare in spiaggia, le sigarette inquinano più delle auto"

Today è in caricamento