Mercoledì, 3 Marzo 2021

Sindaco netturbino per un giorno: "Ho perso la scommessa sull'affluenza alle comunali"

La posta in gioco per la gara tra il primo cittadino di Bolzano e quello di Merano era passare una giornata a pulire la città dell'altro come operatore ecologico

Prima delle elezioni comunali del 20 e 21 settembre, i sindaci di due comuni altoatesini avevano stipulato una scommessa su chi fra di loro sarebbe riuscito a motivare di più i propri concittadini ad andare a votare. La posta in gioco: un giorno di lavoro come volontario nella città del vincitore.

Protagonisti della vicenda il sindaco di Bolzano, Renzo Caramaschi, e quello di Merano, Paul Rösch. Ad avere la peggio, come si dice, è stato proprio quest'ultimo: nel suo comune l'affluenza è stata del 57,3% contro il 60,7% del capoluogo.

La scommessa dei due sindaci altoatesini

Ogni scommessa è pegno e quindi, come raccontano i giornali locali, Rösch si è presentato a Bolzano pronto per pulire le strade cittadine. 

Rösch ha pubblicato un video su Facebook sulla scommessa. "Non tutti i mali vengono per nuocere. Dieci giorni fa ho perso una scommessa con il collega Caramaschi. La posta in gioco era una giornata di lavoro al servizio dell’altro Comune. Oggi ho onorato il debito uscendo con una squadra della nettezza urbana di Bolzano. Come anche in altre occasioni, ho potuto constatare che trovare sporco e lasciare pulito è un’esperienza esaltante".

A Bolzano e Merano domenica 4 ottobre ci sarà il ballottaggio: Caramaschi vs Zanin e Rösch contro Dal Medico. Il sindaco di Bolzano ha rilanciato la scommessa: se risulterà vincitore andrà lui a fare il giardiniere per un'ora a Merano.

Fonte: Salto →

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco netturbino per un giorno: "Ho perso la scommessa sull'affluenza alle comunali"

Today è in caricamento