Domenica, 16 Maggio 2021

Il sindaco che sfida Conte con 168 chili di monetine da un euro

Paolo Erba è il sindaco di Malegno, piccolo Comune in provincia di Brescia cui lo Stato ha chiesto indietro i soldi del 5 x 1000 destinati ai disabili (per un ritardo di 20 giorni sul termine della rendicontazione)

Lo Stato chiede indietro a un comune i soldi del 5 x 1000 per i disabili: il sindaco per protesta prepara sei sacchi di monete da 1 centesimo. Succede a Malegno, in provincia di Brescia dove il primo cittadino Paolo Erba si è adoperato per mettere da parte 1.101,36 euro in 168 chili di "ramini"

"Ora il ministero venga a ritirare i soldi”, dice Erba. “Vivo la sensazione di essere considerato come la Banda Bassotti che cerca di rapinare Paperon de Paperoni dei suoi sacchi pieni di monete".

Su Facebook Erba ha spiegato in una lettera aperta cosa è accaduto:

Tutto è iniziato nel 2014 quando, per un errore nelle tempistiche di rendicontazione (avvenuta con 20 giorni di ritardo), il ministero ha richiesto di restituire i soldi devoluti dai cittadini di Malegno al Comune con il 5 x 1000. Una somma destinata ad aiutare le famiglie con disabili del piccolo comune della Valcamonica.

E ora il sindaco attende una eventuale risposta da parte del premier Conte, e delle ministre Lamorgese (Interno) e Dadone (Pubblica Amministrazione) alla lettera aperta a loro rivolta. Nel frattempo, i sacchi con i soldi richiesti dal ministero delle Finanze sono stati stoccati in comune, pronti per essere ritirati.

Fonte: Facebook →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco che sfida Conte con 168 chili di monetine da un euro

Today è in caricamento